Marquez in quarantena: "Già azzuffati con Alex"

Il Campione del Mondo della MotoGP ha parlato del suo periodo di isolamento in TV: "Vorrei solo che il mondo tornasse alla normalità"

Durante un'intervista rilasciata via Skype alla trasmissione televisiva "El Hormiguero", del canale spagnolo Antena 3, il Campione del Mondo della MotoGP Marc Marquez ha raccontato come sta affrontando il periodo di confinamento forzato tra le mura domestiche causato dell'attuale pandemia del Coronavirus.

Nella sua conversazione con il presentatore Pablo Motos, dai toni molto scherzosi, l'8-volte-iridato ha parlato di come la prolungata convivenza con il fratello minore Alex Marquez - Campione del Mondo della Moto2 e suo nuovo compagno di squadra nel team Honda Repsol - abbia già raggiunto i "limiti di sopportazione" reciproca, descrivendo con il sorriso qualche divertente scaramuccia tra i due.

Come noto, il fenomeno catalano si è sottoposto in inverno a un'intervento chirurgico alla spalla destra il cui recupero è stato meno spedito del previsto, e per questo ha tenuto a sottolineare il carattere decisamente "platonico" di questi screzi fraterni:

"Ci siamo già azzuffati, anche se, ovviamente, non arriviamo mai alle mani. Possiamo lanciarci dei cuscini o qualcosa del genere, e poi ci tocca prendere qualche antidolorifico per la spalla o la coscia. Ma ci alleniamo anche insieme e questo è un bene, perché siamo più motivati: si cerca sempre di fare una flessione o un addominale in più dell'altro."

"La spalla è ancora così-così: durante l'operazione si è andati a toccare un nervo che ha a che fare con il deltoide e solo ora questo sta iniziando a 'riattivarsi'. Sono stati mesi difficili per me, ma ora mi sto riprendendo abbastanza bene."

I due Marquez hanno avuto modo di battagliare tra loro anche nella recente Virtual Race della MotoGP, disputata in diretta streaming contro altri "colleghi" della Premier Class e vinta proprio dal rookie Alex, con Marc alla fine 5° sul traguardo del Mugello "elettronico".

Quest'ultimo, però, ha già una certa sete di rivincita:

"Questo fine settimana abbiamo un'altra gara e mi piacerebbe vincere, ma la PlayStation è per le persone che non hanno nulla da fare. Io non sono mai stato molto bravo, ma quando mi hanno battuto ho detto agli altri: "Voi dedicatevi pure a questo, ma ciò che conta davvero è l'asfalto!"

Oltre a battibeccare con il fratello tra il serio e il faceto, l'asso della Honda ha confessato di passare il tempo in quarantena cimentandosi in normali faccende domestiche, con cui ha poca dimestichezza, a cominciare dalla cucina:

"So fare solo il pollo alla griglia e la pasta bollita. Inoltre ho fatto più pulizie in questi giorni che in tutto il resto della mia vita e posso assicurare che si tratta di un'attività davvero stancante. Anche questo si potrebbe considerare uno sport!"

"Sono passate tre settimane dall'ultima volta che sono salito su una moto. Siamo in questa situazione come tutti gli altri: facciamo sport a casa, esercizi, cyclette, manutenzione, anche perché non abbiamo idea di quando tutto ciò finirà. Speriamo che sia presto, ma abbiamo le stesse informazioni che hanno tutti gli altri. Sport a parte, vorrei solo che il mondo tornasse alla normalità.

  • shares
  • Mail