Vyrus Alyen: aliena fuori, Ducati dentro

L'ultima arrivata, più stravagante che mai, è stata disegnata da Adrian Morton, designer proveniente dal Centro Ricerche Castigioni e sarà realizzata in soli 20 esemplari: ecco Vyrus Alyen

Da una fabbrica della cittadina di Cerasolo Ausa, in provincia di Rimini, è uscita fuori una custom alquanto particolare: si tratta di Vyrus Alyen, ennesimo stravagante progetto di Vyrus Moto, nata da un'idea dell'ex tecnico di BimotaAscanio Rodrigo.

Nasce nel 2001 la "Vyrus Divisione Motori S.r.l.", quando Bimota era già fallita, lasciando in sospeso il progetto Tesi, poi rinominata, appunto, Vyrus. La fabbrica riminese si è dedicata a produzioni autonome solo dal 2002, con il progetto presentato al Bike Show di PadovaVyrus 984 C3 2V. Dopo quel primo esperimento, messo insieme in sole sei settimane, nacquero Vyrus 984 C3 4V, Vyrus 985 C3 4V, Vyrus 987 C3 4V, Vyrus 987 C3 4V R e Vyrus 987 C3 4V Supercharged.

L'ultima arrivata, più stravagante che mai, è stata disegnata da Adrian Morton, designer proveniente dal Centro Ricerche Castigioni: monta un propulsore Ducati, richiesto esplicitamente a Borgo Panigale in 20 unità, ma modificato per rispettare le nuove normative Euro 5. Adesso, il Superquadro della Panigale 1299 eroga 205 cv ed è avvolto dal telaio a doppia omega con scocca in carbonio che accoglie anche il serbatoio (da soli 11 litri), diviso in due parti.

Come solitamente succede con le moto elaborate da Vyrus, è il frontale a fare tanta scena. Niente forcella tradizionale all'anteriore. Alyen si affida ad un forcellone con sistema Hydraulic Wired Steering System (HWSS): ruota e manubrio sono collegati da due cavi in acciaio che permettono la sterzata, rendendo quest'ultima completamente separata dalle sospensioni. Al posteriore, invece, il monobraccio è stato realizzato in magnesio ed è abbinato ad una sospensione firmata Öhlins.

Non sono da meno i cerchi: Rotobox Bullet a 10 razze, spessi solo 5 mm, hanno come unico elemento tradizionale solamente il diametro da 17", che ha permesso di montare delle Pirelli Diablo Supercorsa nelle misure di 120/70 all'anteriore e di 200/60 al posteriore. L'impianto frenante fa affidamento al doppio disco anteriore di derivazione Superbike da 320 mm by Brembo con pinza monoblocco Brembo GP4 RR, ma c'è la possibilità di scegliere, addirittura, i dischi carboceramici.

Vyrus Alyen, come detto sopra, sarà realizzata in soli 20 esemplari, ma non è ancora stato reso pubblico il prezzo.

  • shares
  • Mail