Ducati in forte crescita nel 2019

La casa di Borgo Panigale ha comunicato oggi i positivi risultati finanziari dello anno in attesa del "contraccolpo" del Coronavirus

L'emergenza internazionale legata alla pandemia del Coronavirus sta danneggiando pesantemente tutti i settori dell'economia, incluso ovviamente quello del motociclismo, con diverse case europee che, in rapida successione, hanno temporaneamente "chiuso i battenti" in attesa di un ritorno alla normalità.

Anche Ducati ha annunciato la scorsa settimana la sospensione delle attività produttive, al momento fino al 25 Marzo, ma, nell'attesa di tempi migliori, la casa di Borgo Panigale può comunque guardare con soddisfazioni ai risultati finanziari dello scorso anno, divulgati oggi con un comunicato ufficiale.

Ducati ha infatti chiuso il 2019 continuando la parabola crescente degli ultimi anni, arrivando a registrare 53.183 vendite a livello globale contro le 53.004 dello scorso anno, arrivando così a superare la soglia delle 50.000 unità per il quinto anno consecutivo. In questo ha certamente contribuito la crescita del segmento superiore a 500 cc, cresciuto del 1,4% a livello mondiale.

Alla chiusura dell'esercizio 2019, il fatturato del costruttore bolognese ha così raggiunto 716 milioni di Euro, 17 milioni in più rispetto al 2018 per un crescita pari al +2,4%, con un risultato operativo di 52 milioni di Euro contro i 49 milioni dello scorso anno e un margine operativo del 7,2%, contro il 7% fatto registrare 12 mesi fa.

L'azienda capitanata dall'AD Claudio Domenicali segnala inoltre la particolare rilevanza del dato di fatturato "promoto", ovvero circa 13.500 € per moto, che rappresenta il più alto nella storia del marchio italiano e ne ribadisce la vocazione smaccatamente "premium".

Per quanto riguarda i singoli modelli, le famiglie di prodotti Panigale e Multistrada sono state determinanti per il raggiungimento di questi risultati: la prima è stata per il secondo anno consecutivo la supersportiva più venduta al mondo, con una quota di mercato pari al 25%; la seconda, che ha beneficiato dell'inserimento in gamma della 950 S e della rinnovata 1260 Enduro, ha fatto registrare i suoi maggiori volumi di vendite dai tempi del suo arrivo sul mercato nel 2003 (in attesa di vederne la futura "incarnazione V4").

Considerando l'attuale emergenza sanitaria, è ovviamente piuttosto difficile che tali numeri si ripeteranno al termine del 2020, ma anche in Ducati sono certamente decisi a non mollare. Ricordiamo che, attualmente, Ducati Motor Holding conta un totale 1.655 dipendenti, una rete vendita costituita da 720 concessionarie e service points in oltre 90 nazioni.

  • shares
  • Mail