Da Lorenzo a Biaggi. La "Motostoria" del 2012, tra grandi trionfi e addii eccellenti

Campioni del 2012

L’anno che sta per concludersi sarà ricordato come uno dei più coinvolgenti per il mondo delle competizioni a due ruote. Grandi campioni, che (e non è una frase fatta) hanno fatto la storia del motociclismo hanno abbandonato le gare, nuovi talenti (iberici) dominano la scena, marchi storici e interi campionati cambiano padrone ponendo grossi interrogativi per il futuro. Ma andiamo con ordine.

18 aprile: stagione MotoGP e appena iniziata e subito una notizia bomba, Audi acquista Ducati. La casa automobilistica di Ingolstadt, controllata dal gruppo Volkswagen, ha raggiunto l'accordo per acquistare lo storico marchio italiano, dal fondo Investindustrial per un prezzo di circa 860 milioni di euro (cui si aggiunge l'accollo dei debiti). E' l'inizio di una rivoluzione di cui si vedranno gli sviluppi proprio a partire dal 2013.

17 maggio: tre giorni prima del GP di Francia, quarta prova della stagione, l'australiano Casey Stoner rilascia un'intervista choc in cui annuncia il suo ritiro a fine anno. Pallido e con la voce tremolante il due volte iridato conferma il pettegolezzo che già da settimane circolava nei paddock: una decisione maturata nell'arco di ben due anni che priva la classe regina di uno dei suoi grandi protagonisti e di un campione indimenticabile, tanto aggressivo in pista quanto fragile fuori.

Campioni del 2012
Campioni del 2012
Campioni del 2012
Campioni del 2012

10 agosto: Valentino Rossi si separa dalla Ducati per tornare in Yamaha dopo due anni di purgatorio, milioni di tifosi delusi e una carriera quasi da ricostruire dopo ben 9 titoli mondiali. Un'epopea terminata in tragedia, con Rossi, nell'ultima gara della stagione a Valencia che viene addirittura doppiato.

18 agosto: Kiara Fontanesi arriva terza al GP d’Inghilterra e viene incoronata, a soli 18 anni, Campionessa Mondiale di WMX

9 settembre: a Faenza si celebra il trionfo di Tony Cairoli, che conquista il suo sesto titolo mondiale MX e confermandosi l’indiscusso Re del Motocross.

2 ottobre: col Mondiale Superbike ancora in ballo e dopo mesi di conferme e smentite, finalmente la notizia ufficiale. Dorna prende il controllo anche della Superbike, fino ad oggi gestita da FG Sport. Tra gli addetti ai lavori in pochi si sbottonano, divisi tra cauto ottimismo e neonostalgici. Staremo a vedere.

7 ottobre: a Magny Cours dopo una stagione incredibile decisasi all’ultima gara, Max Biaggi vince il mondiale SBK 2012 (sesto titolo in carriera per lui, secondo in Superbike), con solo mezzo punto di vantaggio su Sykes (Kawasaki). A 41 anni il pilota romano entra definitivamente nella leggenda: per alcune settimane si susseguono voci che vorrebbero Max in Aprilia anche nel 2013, ma il 7 novembre la smentita ufficiale: il Corsaro lascia Noale e il mondo delle corse da campione, dopo vent'anni di carriera ai massimi livelli.

28 ottobre: a Phillip Island (Australia), Dani Pedrosa cade dopo pochi giri, lasciando definitivamente nelle mani del connazionale Jorge Lorenzo il titolo 2012. Per lo spagnolo del team Yamaha si tratta del 4° Mondiale, 2° in MotoGP e si conferma la stella indiscussa del grande circo delle due ruote, nonché uno dei più grandi campioni degli ultimi 30 anni.

Visti così, tutti in fila e rissunti in poche righe tutti questi eventi sembrano forse perdere un po' di valore, me ne rendo conto. Ma penso che rileggendoli tanti di voi rivivranno le stesse emozioni forti che ho provato anch'io. E per voi chi è l'uomo del 2012? Nel frattempo buon 2013 a tutti.

Campioni del 2012
Campioni del 2012
Campioni del 2012
Campioni del 2012

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: