Tony, il mondo è tuo! Cairoli vince il suo sesto titolo mondiale

Faenza - Antonio "Tony" Cairoli è da pochi minuti il Campione del Mondo MX1 2012. L'emozione qui al Monte Coralli è palpabile e assistere alla vittoria di un mondiale è sempre un esperienza straordinaria.

Ma andiamo con ordine: ieri sera, nei paddock, Cairoli era scuro in volto e taciturno (ancor più del solito) per la prestazione non eccezionale nelle qualifiche, che lo aveva relegato al 14° posto in griglia di partenza. Un piazzamento assolutamente indecoroso per il Re del motocross: Tony ha la grande capacità di trasformare la rabbia in grinta e oggi è sceso in pista con una decisione che rasentava la cattiveria.

Prima manche: ottima partenza per il pilota KTM, che si è subito accodato a Christophe Pourcel (Kawasaki), che ieri aveva ottenuto il secondo posto nella gara di qualifica. I due hanno fin da subito impostato un ritmo nettamente superiore agli avversari e hanno iniziato a condurre una gara separata. A Cairoli sarebbero bastato stare davanti a Desalle per aggiudicarsi il titolo: avrebbe potuto gestire la situazione e “accontentarsi” di un ottimo secondo posto: ma Tony non è un pilota qualsiasi e lotta sempre per vincere.

Dopo aver preso le misure a dovere, al sesto giro Cairoli si è avventato sulla preda e ha passato Pourcel: dopodiché diventa inutile commentare. Prestazione, al solito, magistrale, traiettorie impeccabili nonostante il tracciato presentasse solchi profondissimi, tecnica ineccepibile. Questi possono forse sembrare giudizi eccessivamente benevoli nei suoi confronti, ma sono sicuro che ciascuno degli scatenati spettatori accorsi a Faenza potrebbe condividere il mio stesso entusiasmo.

Da segnalare infine la buona prestazione di Desalle (terzo), che però aveva un ritardo abissale rispetto alla coppia di testa (quasi 40 secondi) e il buon quarto posto di Sebastien Pourcel (Kawasaki); sesto ppiazzamento, invece, per il veterano Josh Coppins in sella a Yamaha.

Appena sceso dalla moto Tony è stato accerchiato da decine e decine di tifosi, ma sopratutto dal padre e dai famigliari venuti appositamente per sostenere il pilota in questo week end così delicato. Sei titoli mondiali: Stefan Everts (10 titoli, record assoluto nel cross) guardando il finale della gara annuiva silenzioso. Ora il suo record non appare così irraggiungibile. Appuntamento alle 16.00 con la seconda manche e nuovi aggiornamenti qui da Faenza.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: