MotoGP Giappone, Dovi 7° in qualifica: "Conteranno molto i primi giri"

Il Dovi non è andato oltre la 7^ casella nonostante una pista tradizionalmente favorevole a Ducati: quella di Motegi sarà una gara in salita per il team di Borgo Panigale?

Assieme a Valentino Rossi, l'altro grande deluso dalle qualifiche del Gran Premio del Giappone è certamente Andrea Dovizioso: nella Q2 il forlivese ha fatto registrare il 7° tempo appena dietro alla Desmosedici dell'australiano Jack Miller, primo tra i ducatisti sulla Desmosedici del team Pramac.

L'1'46.4 segnato questa mattina non può soddisfare Desmodovi, soprattutto su una pista che è considerata tradizionalmente favorevole alla Rossa: nel 2017 è stato lo stesso Andrea a trionfare a Motegi con la Ducati, mentre lo scorso anno la possibilità di lottare per la vittoria gli è sfuggita a due giri dalla fine a causa di una scivolata mentre si trovava in bagarre con Marc Marquez.

“Non sono stato veloce come gli altri anche se il gap non è molto" ha commentato Dovizioso in intervista rilasciata a Sky Sport "Peccato, perché siamo un po’ tutti lì". "Conteranno tanto i primi giri perché non siamo messi male" ha proseguito l'italiano "Dipenderà molto anche da quali saranno le temperature perché ciò è legato alla scelta delle gomme. Non sarà facile capire quale sarà l’opzione migliore". "Di sicuro il feeling non è così negativo" ha concluso "ma gli altri vanno davvero forte".

Il suo compagno di squadra Danilo Petrucci, sull'altra Desmosedici ufficiale, ha terminato la sessione di qualifica subito dietro al forlivese. Si prevede una domenica in salita per il team di Borgo Panigale?

  • shares
  • Mail