MotoGP, Marc Marquez firma a Motegi la novantesima pole

A Motegi lo spagnolo ha messo il suo sigillo sulla decima pole stagionale, che è anche la novantesima in carriera: dietro a lui la coppia satellite Yamaha formata da Franco Morbidelli e Fabio Quartararo

Il fatto che Marc Marquez abbia conquistato il miglior tempo nelle qualifiche del GP del Giappone è quasi una non-notizia, visto che parliamo di un pilota che nella sua carriera ha fatto registrare ben 62 pole position in Top Class di cui 10 solamente in questa stagione. La pole di Motegi qualcosa di speciale, però, ce l'ha, oltre ad essere la 90^ di carriera per il fenomeno di Cervera: in 7 anni di MotoGP Marc non era mai riuscito ad agguantare questo risultato al Twin Ring, la pista di casa per la Honda e il team HRC.

Con il crono di 1:45.763 il portacolori dell'Ala Dorata e già Campione del Mondo 2019 si è imposto sulla coppia targata Yamaha SRT: l'ottima prestazione giapponese di Franco Morbidelli e Fabio Quartararo conferma, ancora una volta, la bontà del pacchetto Petronas e il valore di due piloti che sulla M1 stanno davvero superando ogni aspettativa.

Dietro all'italo-argentino e al francese, rispettivamente in seconda e terza posizione e distanziati di un soffio dal leader, si è classificata un'altra Yamaha, quella ufficiale di Maverick Viñales: lo spagnolo è riuscito a precedere l'inglese Cal Crutchlow (Honda LCR) e l'australiano Jack Miller (Pramac Racing), primo delle Ducati davanti alla Desmosedici factory di Andrea Dovizioso (7°).

Il forlivese non ha brillato nelle qualifiche di Motegi e ha dovuto accontentarsi della terza fila condivisa con il compagno di squadra Danilo Petrucci ed Aleix Espargaro, buon 9° con l'Aprilia RS-GP. Solo 10^, nelle vesti di fanalino di coda della top ten e davanti alle due Suzuki di Alex Rins e Joan Mir, la Yamaha M1 di Valentino Rossi, ultimo tra i piloti dei Tre Diapason su una pista che sembra sposarsi bene con le caratteristiche dei prototipi di Iwata.

Davvero pessima, infine, la qualifica di Jorge Lorenzo e Andrea Iannone: il primo (19°) non sembra proprio riuscire a "far girare" una RC213V che con Marquez è costantemente là davanti, mentre il pilota di Vasto ha chiuso in una desolante 22^ (e penultima) posizione davanti solo a Tito Rabat.

Qui, di seguito, la classifica completa dei tempi e la griglia del Gran Premio del Giappone.

MotoGP Motegi - Le qualifiche del Gran Premio del Giappone

  • shares
  • Mail