Rossi: "Giusto non correre a Silverstone"

Il fuoriclasse della Yamaha si allinea alla decisione della Direzione Gara sulla cancellazione del British GP: "Ora voglio concentrarmi su Misano"

valentino-rossi-silverstone-2018-3.jpg

Dopo un pomeriggio di continui rinvii, la Race Direction della MotoGP ha deciso ieri di cancellare lo svolgimento del GP di Gran Bretagna a causa delle condizioni meteo decisamente proibitive che, unite alle scarse capacità drenanti di un tracciato di Silverstone appena riasfaltato, hanno portato all'annullamento delle 3 gare in programma.

Come tutti i suoi colleghi della Premier Class, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) ha atteso a lungo nel box che venisse presa una decisione definitiva, ma alla fine anche lui ha dovuto arrendersi all'evidenza, 'sposando' quella che è stato il responso finale degli organizzatori del Motomondiale.

valentino-rossi-silverstone-2018-1.jpg

Queste le parole con cui il 9-volte-iridato dell Yamaha ha espresso la sua opinione su quanto successo ieri nel Regno Unito, episodio che comunque ha già fatto scattare, inevitabilmente, le prime polemiche:

"E' stato un peccato non aver potuto fare la gara, ma sfortunatamente quelle di oggi non erano condizioni sicure per correre. Io personalmente sono ono d'accordo con la decisione finale: correre oggi sarebbe stato davvero molto pericoloso."

"Chiaramente sono molto triste per i fan, sia quelli che sono venuti qui a Silverstone che quelli che hanno aspettato di vedere la gara a casa. Adesso voglio solo concentrarmi su Misano, che sarà una tappa davvero speciale in quanto è il mio GP di casa."

valentino-rossi-silverstone-2018-2.jpg

  • shares
  • Mail