Ducati: si apre la strada per l'elettrico?

Herbert Diess, il nuovo CEO di Volkswagen, parla di possibili rinnovamenti nell'asset del gruppo di Wolfsburg che potrebbero coinvolgere anche il brand di Borgo Panigale: Ducati sulla strada dell'elettrico?

diess_vw.jpg

Da giovedì scorso il gruppo Volkswagen ha un nuovo amministratore delegato: Herbert Diess, nominato dal Consiglio di Sorveglianza CEO del colosso teutonico. Ingegnere, 59 anni, Diess prende il posto di Matthias Muller, che nel 2015 si assunse la responsabilità di portare fuori VW dal pantano del dieselgate. Aver chiuso il contenzioso con la giustizia statunitense e aver riportato in alto le vendite del gruppo non devono però essere sembrati risultati sufficienti al Consiglio di Sorveglianza, che ha deciso di "silurare" Muller prima del tempo (avrebbe dovuto rimanere in carica fino al 2020).

Questo avvicendamento al vertice potrebbe aprire nuovi scenari anche per Ducati, brand di proprietà del gruppo VAG che è stato nei mesi passati al centro di molte voci, supposizioni e smentite che ne riguardavano la possibile vendita: a dicembre Audi -formalmente proprietaria del marchio- aveva chiuso definitivamente le porte all'eventualità di un passaggio di mano della casa bolognese.

Ed è proprio Ducati che potrebbe vivere una vera e propria rivoluzione sotto l'egida del nuovo AD. Diess, uomo BMW dal 1996 al 2014, ha guidato per un lustro anche l'emanazione a due due ruote dell'Elica, BMW Motorrad, ed è dunque un profondo conoscitore anche del settore motociclistico: fu proprio lui, tra l'altro, a formalizzare l'acquisizione del marchio Husqvarna da MV Agusta nel 2007.

La ristrutturazione annunciata dai vertici potrebbe infatti vedere l'inserimento di Ducati all'interno del polo "Super Premium" del gruppo tedesco, quello che unirà i brand Porsche, Lamborghini Bentley e Bugatti. Ma la vera novità potrebbe essere ben più rivoluzionaria di un semplice cambiamento di asset aziendale: pare che infatti la dirigenza stia pensando a un possibile futuro (anche) elettrico per Borgo Panigale.

"Rimane comunque da definire lo sviluppo che avrà Ducati, che potrebbe vedere un consolidamento e un'espansione in questa area di prestigio così come nella mobilità elettrica" ha dichiarato Diess, che ha sempre guardato con grande interesse al settore delle emissioni zero. Una mossa, questa, coerente con l'ambizioso programma di elettrificazione previsto dal gigante di Wolfsburg per il 2025.

"In ogni caso sul futuro di Ducati non è stata ancora presa alcuna decisione" ha concluso il nuovo boss di VW, con una frase ambigua che probabilmente aprirà a nuove speculazioni sull'avvenire del brand emiliano: quel che è certo, per ora, è che nei prossimi mesi la posizione del marchio all'interno del gruppo sarà nuovamente sottoposta a valutazione.

ducati_factory.jpg

Via| La Stampa

  • shares
  • Mail