Audi conferma: Ducati non è più in vendita

La casa tedesca, facente capo al Gruppo Volkswagen, mette di nuovo a tacere le voci di una possibile cessione del marchio di Borgo Panigale.

La casa automobilistica tedesca Audi, facente capo al Gruppo Volkswagen, ha ribadito in maniera definitiva di aver del tutto abbandonato i piani per la cessione della Ducati.

E lo ha fatto per bocca del suo CEO Rupert Stadler che, dopo averlo annunciato internamente con una lettera all'AD Ducati Claudio Domenicali, ha spiegato anche pubblicamente come la ristrutturazione decisa da VW dopo lo scandalo Dieselgate permetterà alla casa dei 4 anelli di mantenere il controllo su quella di Borgo Panigale. Al momento, quindi, non sussisterebbe più alcuna necessità di carattere economico che richieda la vendita di Ducati.

All'inizio di quest'anno, Volkswagen aveva chiesto ad alcune banche di valutare le opzioni per le cessioni di Ducati e del produttore di trasmissioni Renk, ma la strategia poi adottata dal colosso tedesco, che prevede un taglio dei costi di circa 10 miliardi di euro, lascerebbe ad Audi il margine finanziario necessario per mantenere il marchio bolognese nel suo bouquet.

Ducati tra passato e futuro convegno università di bologna

Audi, che controlla anche Lamborghini, ha già registrato un aumento dei profitti e dei ricavi operativi nei primi 9 mesi di quest'anno, soprattutto grazie alla crescente domanda nel settore auto da parte dei mercati europei e nord americani.

Già in estate la possibilità di una cessione di Ducati era entrata in fase di stallo, quando i potenti sindacati interni della Volkswagen, con il supporto dalle famiglie di azionisti Porsche e Piech, si erano opposti alla necessità di procedere alla luce della solida capacità finanziaria del gruppo.

I potenziali acquirenti interessati a Ducati, tuttavia, si aspettano che VW potesse ancora cambiare idea e alla fine procedere con la vendita, in quanto Ducati avrebbe rivestito minore importanza strategica per VW nell'ambito della già annunciata "svolta elettrica" del marchio.

Rupert Stadler, CEO of German car producer Audi AG, is pictured  at the Frankfurt Motor Show IAA in Frankfurt am Main, western Germany, on September 12, 2017.   According to organisers, around 1,000 exhibitors from 39 countries will showcase their products and services. This year's fair running from September 14 to 24, 2017 will focus on digitization, urban mobility and electric mobility. / AFP PHOTO / Daniel ROLAND        (Photo credit should read DANIEL ROLAND/AFP/Getty Images)

Rupert Stadler ha così spiegato la posizione di Audi sull'argomento nell'ambito di alcune dichiarazioni raccolte da Reuters:

"Posso assicurare a tutti che la Ducati è e rimarrà un membro della famiglia Audi. Ducati è perfetta per l'implementazione della nostra filosofia premium nel mondo delle moto."

"Mantenere un bouquet di marchi premium come il nostro è difficile, come il lavoro di un giardiniere, ma c'è sempre grande soddisfazione ogni volta che sboccia un nuovo fiore, o che si scopre un germoglio promettente. Ma è anche un importante segnale: stiamo lentamente tornando dalla modalità di crisi alla normalità."

girls-ducati-eicma-01.jpg

  • shares
  • Mail