• Gare

MotoGP Aragon 2014, Jorge Lorenzo finalmente in trionfo: “Una gara pazza!”

Il maiorchino centra ad Aragon la tanto attesa prima vittoria stagionale: “E’ un grande sollievo per me”.


Finalmente Jorge Lorenzo. Dopo quattro secondi posti consecutivi nelle ultime quattro gare, il due volte Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) ha finalmente centrato oggi nel GP di Aragon la prima vittoria stagionale di questo suo travagliato 2014, risultato che come minimo ‘salva l’onore‘ del fuoriclasse spagnolo per questa della stagione. Dopo una prima parte di gara in cui aveva battagliando con grande decisione contro le Honda dei connazionali Marc Marquez e Dani Pedrosa, il maiorchino è stato il più accorto dei tre nell’interpretare le mutevoli condizioni climatiche di Aragon, effettuando il cambio moto al giro giusto mentre i due rivali assaggiavano inevitabilmente la ghiaia.

Rientrato in pista, Lorenzo si ritrovava così leader della corsa con un comodo vantaggio di una dozzina di secondi sui suoi inseguitori, gestendo con tranquillità tale margine fino alla bandiera a scacchi. Sia per Lorenzo che per la Yamaha si è trattato della prima affermazione di sempre al Motorland Aragon.

Guarda le foto del round di Aragon della MotoGP 2014

Grazie a questa vittoria e alla contemporanea debacle di chi gli stava davanti in classifica (incluso il compagno di colori Valentino Rossi, uscito nelle prime battute), Jorge Lorenzo compie anche un significativo balzo in classifica, arrivando a 12 punti da Rossi e a 15 da Dani Pedrosa, che ora dovranno fare i conti anche con lui per il secondo posto nel Mondiale. Queste le parole del fuoriclasse maiorchino al termine del GP di Aragon:

“E’ stata una gara davvero pazza, perché abbiamo vinto su una pista dove non avevamo mai vinto prima dopo che avevamo avuto un sacco di problemi per tutto il weekend. Ho fatto una partenza molto buona, il mio primo giro era stato ottimo, quindi sono rimasto attaccato a Marc. La moto andava molto bene e Marc era un po’ più lento rispetto alle ‘libere’, così sono riuscito a stare con lui e l’passato una o due volte. Il problema era che stava iniziano a piovigginare, quindi non avevo più tanta fiducia: sono stato molto prudente, mentre gli altri se ne scappavano via. Andrea [Dovizioso] mi stava raggiungendo e ho pensato che avrei lottato per la terza o la quarta posizione.”

Guarda le foto del round di Aragon della MotoGP 2014

“Poi ho avuto un’intuizione: ad ogni giro vedevo che la pioggia stava peggiorando, stava diventando molto pericoloso e quindi sarebbe stato più facile cadere. Quando ho visto che Marc e Dani che proseguivano la corsa dopo l’ultima curva, senza andare ai box, mi sono detto “Ok, mi prendo un rischio e rientro”. Ho cambiato la moto e le gomme nuove sono state molto difficili da scaldare, non c’era grip, ma ho cercato di restare molto concentrato senza fare errori. Quando ho visto la tabella sul rettilineo ero in quarta posizione, quindi ho pensato che sarei finito molto lontano, ma poi il giro successivo ero primo! Sono rimasto sorpreso, non mi aspettavo affatto di essere primo. Questa vittoria è un grande sollievo per me dopo tanti mesi passati a lottare, quindi ne sono molto orgoglioso”.

Guarda le foto del round di Aragon della MotoGP 2014

Il team Yamaha Movistar ha poi rilasciato un rassicurante comunicato di Michele Zasa, Direttore della Clinica Mobile, sulle condizioni di Valentino Rossi, precisando però che il pesarese sarà poi sottoposto a ulteriori esami:

“Valentino ha subito una commozione cerebrale con una sospetta perdita di coscienza. Da un punto di vista neurologico ha recuperato molto bene. E’ stato portato all’ospedale di Alcaniz per ulteriori controlli, in particolare una TAC del cranio, che ha escluso ogni tipo di emorragia nel cervello. Per precauzione sarà tenuto sotto osservazione nelle prossime ore, ma non ci sono motivi di particolare preoccupazione.”

Guarda le foto del round di Aragon della MotoGP 2014


I Video di Motoblog