MotoGP Indianapolis 2014, Valentino Rossi: "Un altro step per battere Marquez e Lorenzo"

Il fuoriclasse di Tavullia festeggia il terzo gradino del podio di Indianapolis; Jorge Lorenzo secondo e fiducioso: "Nelle prossime piste possiamo sfidare Marc". Leggi le dichiarazioni dei piloti ufficiali Yamaha.

MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara

Gli alfieri del team Yamaha Movistar MotoGP, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, le hanno provate davvero tutte, hanno fatto tutto quanto era nelle loro possibilità per battere l'insaziabile Marc Marquez (Honda Repsol), ma anche oggi, per la decima volta in questa stagione, i due non hanno potuto far altro che inchinarsi allo strabiliante talento catalano di HRC, indiscutibile trionfatore del Gran Premio di Indianapolis 2014.

Approfittando della partenza tutt'altro che felice del Campione del Mondo, Rossi aveva preso subito il comando della corsa dopo un avvincente 'corpo-a-corpo' con Andrea Dovizioso (Ducati Team), ma a lungo andare nulla ha potuto contro la progressione del fenomeno spagnolo, che una volta azzannata la prima posizione non l'ha più mollata fino alla bandiera scacchi. Il pesarese ha poi dovuto lasciare strada anche al compagno di colori, lanciato all'inseguimento di Marquez, accontentandosi della terza posizione e quindi del sesto podio stagionale, un risultato che gli consente di accorciare le distanze dalla seconda posizione nel Mondiale detenuta da Dani Pedrosa (Honda Repsol).

Guarda le foto del GP di Indianapolis 2014 della MotoGP

MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara

Piazzamento finale a parte, a Indianapolis Valentino Rossi ha messo in mostra una grande combattività che gli ha permesso di essere tra gli assoluti protagonisti della corsa, con diversi duelli che ne hanno evidenziato la grinta e la voglia di confrontarsi con i piloti più forti. Per il 'Dottore' inoltre si è trattato sul podio di Indinapolis dal quale mancava dal 2008, anno in cui vinse la prima edizione dell'evento, e la sua soddisfazione per il risultato traspare dalle sue dichiarazioni post-gara:

"Sono soddisfatto perché questo è un buon terzo posto, arrivato dopo una bella battaglia con Jorge e Marc. Ho condotto la gara, siamo stati davanti a tutti e ho guidato bene. Sono contento perché di solito questa è una pista difficile per me. Abbiamo lavorato bene con la squadra e la moto è andata bene in gara. Siamo stati capaci di tenere un buon ritmo, ma ora dobbiamo fare un altro step per battere Jorge e Marc."


Guarda le foto del GP di Indianapolis 2014 della MotoGP

MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara

Forse la cosa ha a che fare con il recente rinnovo di contratto con Yamaha, ma è innegabile che a Indianapolis Jorge Lorenzo sia stato autore di una delle sue migliori gare della stagione, seconda forse sola a quella del Mugello. Il maiorchino, lanciato alla rincorsa dei primi ad inizio gara, si è misurato con i suoi avversari mostrando la sua tradizionale grinta, ed il secondo posto da lui conquistato è sembrato comunque il massimo risultato possibile. Nella sua dichiarazioni post-gara finale, lo spagnolo si è concesso un'analisi di ampio respiro:

"L'inizio del campionato è stato abbastanza un disastro per me: non mi sentivo a mio agio sulla moto e ho fatto molti errori, ma ora mi sento molto meglio sulla moto e ho migliorato la mia condizione fisica. Ho guidato bene e mi sento molto in forma, ma corro contro molto forti piloti: Valentino è migliorato quest'anno, è più veloce, e quindi non è facile passarlo, e Marc non è più il rookie dello scorso anno. Ha una moto forte e ha più esperienza, è davvero in forma e guida bene."

"Nonostante tutto questo, siamo rimasti molto concentrati sul miglioramento della moto. Yamaha sta lavorando molto duramente, quindi sono fiducioso che faranno una moto migliore: speriamo già per quest'anno, ma se non così non fosse allora per la prossima stagione. Forse, su una delle prossime piste che si adattano al mio stile di guida, possiamo sfidare Marc, ma se vogliamo essere una minaccia costante per lui in ogni gara, dobbiamo migliorare un po' di più, e questo è esattamente quello che stiamo cercando di fare."


Guarda le foto del GP di Indianapolis 2014 della MotoGP

MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara
MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara

    Approfondisci: il commento di Marc Marquez e Dani Pedrosa (Honda)

    Approfondisci: il commento di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow (Ducati)

    Approfondisci: il commento di Scott Redding e Alvaro Bautista (Honda Gresini)

MotoGP Indianapolis 2014 - Gallery Gara

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: