MotoGP: Nicky Hayden spiega il problema al polso in un video

L'ex-iridato della MotoGP analizza in un video il suo annoso problema al posto destro che, dopo l'ultima operazione, lo costringerà a saltare le prossime due gare del Motomondiale.

E' ormai diverso tempo che il buon Nicky Hayden si trova alle prese con dei seri problemi al polso destro, praticamente dall'ultima gara di Valencia del 2012, quando era ancora alle dipendenze di Ducati. Da allora, l'ex-Campione del Mondo della MotoGP del 2006 ha continuato la sua attività mantenendo comunque un piccolo fastidio all'articolazione, per il quale si è comunque sottoposto a piccoli interventi 'correttivi'.

Le cose però si sono nuovamente complicate nel corso di questa stagione a causa della caduta di Le Mans, che aveva poi costretto il 'Kentucky Kid' a saltare l'appuntamento del Mugello per sottoporsi ad un nuovo intervento chirurgico in Italia. Hayden ha poi 'guidato sopra il dolore' per completare la prima parte di stagione, ma giunta la pausa estiva è tornato subito sotto i ferri per provare a risolvere la situazione in maniera definitiva.

L'ultimo intervento però comporta dei tempi di recupero medio-lunghi che costringeranno il pilota americano a dare forfeit nei prossimi due rounds (il GP di Indianapolis e quello della Repubblica Ceca, in programma rispettivamente il 10 e 17 Agosto) nei quali verrà sostituito sulla Honda 'Open' del team spagnolo Drive M7 Aspar dall'inglese Leon Camier.

Guarda le foto di Nicky Hayden con il team Drive M7 Aspar

Qualche giorno fa, Hayden ha offerto un aggiornamento sulle sue condizioni tramite un interessante video pubblicato sul suo canale youtube personale, in cui esordisce con alcune dichiarazioni antecedenti l'operazione fatte proprio dal letto d'ospedale (operazione eseguita in una clinica di San Diego, in California, e condotta dall'equipe del Dr.James Chao):

"Come tutti sanno, il mio polso mi ha dato diversi problemi ultimamente e quindi non vedo l'ora di risolvere questa faccenda una volta per tutte. Ovviamente sono un po' nervoso, perchè si tratta di un territorio sconosciuto e i dottori sapranno bene cosa fare solo una volta che il polso sarà 'aperto', ma vedremo come andrà e, si spera, avremo presto buone notizie."

Guarda le foto di Nicky Hayden con il team Drive M7 Aspar

Dopo l'operazione, rientrato nella sua dimora di Orange County, in California, Hayden fa poi il punto della situazione:

"Il polso mi ha dato molti problemi quest'anno, anche se la cosa in pratica risale al GP di Valencia di due anni fa. Da allora non è mai guarito bene, e mi ha causato diversi problemi. Avrei voluto completare la stagione, e per questo ho fatto anche un'operazione in Europa qualche settimana fa per 'ripulire' il tutto, ma anche se poi la situazione è migliorata, si è trattato di qualcosa di efficace solo per il breve periodo. Il dolore era sicuramente diminuito e la mobilità era leggermente migliorata, ma dopo un paio di gare il problema è tornato ed in Germania ho davvero faticato molto: non riuscivo a guidare nelle libere, e nelle FP4 avevo dovuto risparmiare le mie energie per le qualifiche..."

"La decisione di fare questa 'grossa operazione' è stata difficile per me e per il team, anche perchè avrebbe voluto dire saltare un paio di gare - e per me rinunciare a Indy è stato particolarmente doloroso - ma questa è la situazione. E anche se non mi piace affatto so bene che gli infortuni fanno parte del gioco, quindi adesso spero di recuperare."

"Non conosco gli esatti termini medici, ma in pratica mi hanno tolto un paio di ossa per creare una nuova giuntura. Lo scafoide in pratica era fermo - forse non tutti sanno che è l'osso più lento a ricostruirsi - anche perché l'afflusso sanguigno era molto limitato. Era molle ed a pezzi. Mi hanno tolto qualche osso e uno specialista della mano di San Diego con la sua equipe ha effettuato l'operazione. Lo stesso dottore aveva già effettuato una procedura molto simile con John Hopkins, con grande successo."

Guarda le foto di Nicky Hayden con il team Drive M7 Aspar

Ed è proprio con il popolare collega e connazionale John 'Hopper' Hopkins che Nicky Hayden si è consultato - tra gli altri - prima di decidere di andare nuovamente 'sotto i ferri':

"Avevo già parlato con John e lui mi aveva raccomandato questo dottore, così come aveva già fatto altra gente, quindi mi sentivo piuttosto sicuro. Voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino [...], questo mi da grande motivazione per tornare a fare un buon lavoro. Voglio ringraziare anche i fans: so che vogliono vedermi in forma per poter guidare al massimo del mio potenziale, ma questa è la situazione attuale. Spero che la riabilitazione vada bene e di tornare presto in moto, si spera senza nessun dolore, con una mano in forma che mi permetta di divertirmi un po' nel finale di stagione."

Guarda le foto di Nicky Hayden con il team Drive M7 Aspar

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: