MotoGP Assen 2014, Valentino Rossi 5°: "Oggi serviva fortuna"; Lorenzo fa autocritica

Valentino Rossi paga l'azzardo iniziale con le gomme slick e manca il podio nel GP d'Olanda; Lorenzo 13°: "La moto era ok, non andava il pilota. La mia peggior gara di sempre..."

MotoGP Assen 2014 - Gallery Gara

Anche se ad Assen non ha piovuto poi molto, il team Movistar Yamaha MotoGP è comunque naufragato nel pomeriggio del Gran Premio d'Olanda, su una pista tradizionalmente 'amica' per le YZR-M1 ma che quest'anno è stata decisamente avara di soddisfazioni per gli uomini di Iwata. L'instabilità delle condizioni meteo ha sicuramente impedito lo svolgimento di una gara 'normale', ma gli errori strategici del team sono stati comunque evidenti, tanto che nessuno dei suoi due alfieri ha mai lottato seriamente per delle posizioni da podio.

L'errore più grossolano è quello che ha compromesso sin da subito la gara di Valentino Rossi, che ha azzardato le gomme 'slick' una volta dichiarata la gara 'bagnata' ma è rientrato nel box al termine del Warm-Up Lap per cambiare moto e passare a quella in assetto 'rain', iniziando così la corsa dalla corsia box. Già penalizzato dal 12° posto in qualifica, il pesarese si è preso un rischio che alla fine 'non ha pagato', ma nelle concitate fasi del cambio-moto dopo pochi giri è stato uno dei più rapidi ad effettuare l'operazione, e alla fine è riuscito a risalire fino al 5° posto finale, risultato affatto disprezzabile dopo una corsa così rocambolesca ma comunque lontano dalle aspettative della vigilia.

MOTOGP ASSEN 2014 - GALLERY GARA

Nelle sue considerazioni di fine giornata, Valentino Rossi non può che rammaricarsi per l'errore iniziale, che ha in pratica fatto perdere subito al pesarese il 'treno dei primi'. Resiste comunque il secondo posto in classifica, anche se ora in 'coabitazione' con Pedrosa. Queste le considerazioni del 'Dottore' nel dopo-gara:

"Mi sono preso un rischio perché le condizioni sembravano buone, ma purtroppo, un minuto prima della partenza, ha iniziato a piovere di nuovo e così ho dovuto cambiare moto e ripartire ultimo. E' un peccato, perché se avessi iniziato con la gomma 'rain' srei potuto stare davanti con i primi. Comunque oggi serviva fortuna, e purtroppo questa volta è finita in questo modo. Sono abbastanza soddisfatto del resto della gara perché avevo un buon ritmo e un buon feeling con la moto. Anche qui ad Assen, tutto sommato, ero abbastanza veloce."

MOTOGP ASSEN 2014 - GALLERY GARA

Giornata da dimenticare invece per Jorge Lorenzo, subito sparito nel marasma iniziale e ancora una volta lontano anni-luce dai suoi abituali livelli di rendimento (o almeno a quelli a cui ci aveva abituato fino alla scorsa stagione). Il Campione maiorchino ha chiuso al 13° posto una corsa che lo ha visto battagliare con piloti e moto che di solito in gara lo vedevano sparire all'orizzonte dopo poche tornate. Il bizzarro clima olandese certamente non basta a giustificare una simile debacle, e a fine gara l'ex-iridato spagnolo si è infatti preso tutte le colpe:

"Devo dire che la moto andava piuttosto bene, sia sul bagnato che sull'asciutto, ho semplicemente fatto una brutta gara come pilota. Non avevo una grande fiducia, non volevo andare in crash come l'anno scorso. Non sono stato abbastanza forte, come gli altri piloti, per andare veloce: è stata una brutta gara per me. Vorrei scusarmi con la mia squadra, i tecnici ed i miei tifosi, perché hanno fatto tutti del loro meglio, ma oggi è stata sicuramente la mia peggior gara di sempre. Sull'asciutto mi sentivo sicuro e non avevo paura di cadere, ma quando è iniziato a piovere, forse per il ricordo dello scorso anno, non avevo le cose chiare nella mia mente. In futuro, se si dovesse ripetere qualcosa di simile, spero di essere più sicuri e avere meno paura di schiantarmi."

MOTOGP ASSEN 2014 - GALLERY GARA

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: