Livio Suppo: "Sono onorato di lavorare in HRC"

"Dani è uno dei piloti più veloci con cui io abbia mai avuto il piacere di lavorare, Marc continua a stupirci."

Livio Suppo, torinese, una laurea in Business and Administration e una vita nel mondo delle competizioni: tanti anni a Borgo Panigale, con Capirossi, Stoner, Hayden, poi nel 2010 il passaggio in Repsol Honda. Siamo alla vigilia del Gran Premio di Aragon, 14° round stagionale: Marc Marquez guida la classifica generale con 253 punti, 34 in più dell'avversario Jorge Lorenzo, e del compagno di squadra Dani Pedrosa. Con cinque Gran Premi ancora da disputare può ancora accadere di tutto, ma al di là del titolo, per Suppo c'è la consapevolezza di aver svolto, assieme al resto della squadra, un lavoro straordinario:

"E' incredibile come siamo riusciti a diventare ciò che siamo e tutta la strada che abbiamo fatto. Ognuno dei componenti del team Honda Repsol da il 100% per conquistare il nostro obiettivo: vincere il titolo. Qualche volta si vince, qualche volta no, ma l'importante è essere consapevoli che stiamo spingendo nella direzione giusta."

E' il primo europeo a rivestire un ruolo così importante nel colosso giapponese e non è un onore (né una responsabilità) da poco.

"Sono molto orgoglioso di far parte di questo team e cerco sempre di fare del mio meglio. E' la prima volta che a un europeo viene concesso questo ruolo nel team Honda Repsol ed è un grande onore. Sto imparando molto, aumentando la mia esperienza nel mondo della MotoGP. Mi sento molto bene a lavorare con Dani e Marc e questa stagione è molto positiva. Comunque vada a finire devo ammettere che far parte di un team guidato da due piloti come loro è affascinante. Il loro livello qualitativo è altissimo, così come la loro competitività e la passione. Dani è uno dei piloti più veloci con cui io abbia mai avuto il piacere di lavorare, con una spettacolare capacità di fare il record di una pista e sono sicuro che continuerà a mietere successi. Non ho dubbi al riguardo. Marc invece ha provato di essere un passo avanti agli altri, ha sopreso tutti, noi compresi, vincendo un GP dopo l'altro e continua a sorprenderci."

Sono in molti i team manager che vorrebbero avere i problemi di Suppo in questo momento, con due piloti di talento straordinario entrambi in lotta per il titolo: Marquez, ottimista e umile come sempre, ha da poco dichiarato che dovrebbe essere Pedrosa a vincere il titolo, ma al di là delle dichiarazioni siamo tutti convinti che domenica, su uno dei suoi tracciati favoriti, non guarderà in faccia nessuno tantomeno il suo compagno di team. Anche Pedrosa è sempre andato forte ad Aragon e può vantare una vittoria e due secondi posti: ma non bisogna mai dimenticare il terzo incomodo, Jorge Lorenzo. Anche per lui Aragon sarà una gara in casa...

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: