Laverty: "la mia intenzione è vincere il Mondiale SBK"

Eugene Laverty non è, al pari del suo collega britannico Chaz Davies intervistato qualche giorno prima, un ragazzo particolarmente espansivo, perlomeno con la stampa: ieri, alla presentazione dell'Aprilia Racing Team ha espresso pochi concetti ma incisivi: l'eredità di Max non lo spaventa, lui e Biaggi sono due piloti molto diversi, il titolo mondiale Superbike è alla sua portata. Niente fronzoli.

La stagione sta per iniziare, e quest'anno sulle tue spalle ci sono molte aspettative...

"La stagione scorsa è stata difficile per lo meno nella prima metà ma poi si è conclusa bene con la vittoria in Portogallo. E' vero, sento una forte responsabilità sulle mie spalle, la responsabilità di portare avanti questa eredità che penso riuscirò a gestire nel migliore dei modi, grazie soprattutto a questa moto così forte. Per parlare di obiettivi e di classifica è ancora presto, ma non nascondo che la mia intenzione è vincere il Mondiale Superbike."

Com'è la nuova RSV4?

"La RSV4 2013 è una moto diversa che è stata perfezionata e rispetta al meglio il mio stile di guida. Non è un segreto per nessuno che io e Max fossimo due piloti molto diversi, sia in pista che fuori e la moto che andava bene per uno poteva non andar bene per l’altro. Lo scorso anno e negli ultimi mesi ho acquisito molto esperienza e confidenza con il team e con la moto: penso di poter ottenere buoni risultati fin dall’inizio. L’anno scorso a novembre durante le prove abbiamo fatto segnare il tempo più veloce, poi abbiamo avuto ulteriore conferma dei progressi durante i test di gennaio, anche in condizioni di pista bagnata."

Ci sono ancora margini di miglioramento?

"Nei test di Jerez abbiamo fatto un grosso passo avanti per quanto riguarda il feeling con l’anteriore, molto importante, visto il mio stile di guida. Ora riesco a spingere al massimo mantenendo una buona confidenza anche su più giri. Ovviamente migliorare è d’obbligo, in questo sport chi si ferma è perduto, ma credo di potermi considerare soddisfatto della situazione tecnica. Prima della gara in Australia avremo altre due sessioni di test, dove verificheremo gli ultimi dettagli e faremo le scelte definitive per l’inizio della stagione."

Quali pensi potranno essere i tuoi rivali nella corsa al Mondiale Superbike 2013?

"Sicuramente chi ha chiuso nei primi 5 posti la scorsa stagione. Marco Melandri e Tom Sykes si sono dimostrati molto veloci nei test, e sono assistiti da due team competitivi. Mi aspetto di vedere anche Carlos Checa lottare per la vittoria, magari dopo un paio di gare visto che porterà in pista una nuova moto."

Cosa pensi del tuo nuovo compagno, Sylvain Guintoli?

"Sylvain è un ragazzo veloce, sono sicuro che potrà fare bene. Ha trovato subito un buon feeling con la RSV4 e ha fatto segnare buoni tempi nei test. Sono sicuro che quest’anno ci divertiremo, e credo che avere come compagno di box un pilota veloce serva da stimolo per me e per tutta la squadra. Oltretutto Sylvain ha una grande esperienza su queste moto e potrà contribuire allo sviluppo della RSV4."

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: