SBK: Tito Rabat firma con Barni Racing

Il 31enne spagnolo, ex-iridato Moto2, si appresta ad esordire in Superbike nel 2021 con la squadra bergamasca e la V4 bolognese

Lo spagnolo Esteve “Tito” Rabat, iridato Moto2 nel 2014 e pilota MotoGP nelle ultime  5 stagioni, esordirà il prossimo anno nel Mondiale Superbike con la Ducati Panigale V4 R del team Barni Racing.

Il 31enne centauro iberico, rimasto “vittima” della riorganizzazione Ducati in MotoGP al termine dell’ultima stagione, ha dovuto rinunciare al suo ultimo anno di contratto con il team Avintia Racing per far spazio al rookie italiano Luca Marini. La casa di Borgo Panigale non lo ha però lasciato del tutto con il proverbiale “cerino in mano”, affidandogli la V4 R supportata della fabbrica assegnata al team bergamasco.

Rabat: “Ducati è un’ottima moto”

 

Rabat arriva dalla sua peggior stagione in MotoGP, annata nella quale non ha mai trovato un piazzamento nella top-10 (risultato centrato invece con buona frequenza dal compagno di box Johann Zarco) per chiudere solo 22° nella classifica del Mondiale Piloti. Anche per questo, la sua voglia di riscatto in Superbike è già alle stelle:

“Dopo tanti anni trascorsi in MotoGP ho la possibilità di iniziare una nuova avventura in Superbike, un campionato nel quale voglio dimostrare tutto il mio potenziale. So che potrò contare su un’ottima moto e un grande team, quindi voglio ringraziare il Barni Racing Team e Ducati per questa opportunità.”

“Per me questa nuova sfida è iniziata oggi, quando sono salito in sella per la prima volta sulla Ducati Panigale V4 R. Non vedo l’ora di guidarla in pista e lavorerò a fondo per farmi trovare totalmente pronto per il primo test.”

 

Barnabò: “Rabat ha il nostro stesso approccio al lavoro”

Per diverse ragioni, molte delle quali al di fuori del proprio controllo, il team Barni Racing  – ormai da anni saldamente “in orbita” Ducatiè a sua volta reduce da un 2020 da dimenticare, nel quale è arrivato a schierare ben quattro piloti diversi nei 13 round disputati (Camier, Melandri, Cavalieri e Ferrari). L’arrivo di un pilota quotato come Rabat nei suoi ranghi è però motivo di grande fiducia per lo “storico” Team Principal Marco Barnabò:

“Sono molto contento di questo accordo con Tito perché quando ho parlato con lui ho visto che ha il nostro stesso approccio nel lavoro: tanto impegno e tanta determinazione per provare a raggiungere traguardi ambiziosi.”

“Tutto il nostro team è pronto per dare il massimo e per metterlo nelle condizioni migliori per raggiungere dei grandi risultati.”

Ciabatti: “Tito sarà nelle condizioni migliori per esprimere il suo talento”

Anche il Direttore Sportivo di Ducati Corse Paolo Ciabatti ha espresso grande soddisfazione per questo accordo, un’operazione “di salvataggio” per certi versi simile a quella che ha portato l’ex-ufficiale Chaz Davies al team GoEleven:

“Siamo molto contenti dell’accordo tra Marco Barnabò e Tito Rabat. Da tanti anni il Barni Racing Team è una realtà consolidata in qualità di team satellite Ducati in Superbike, siamo sicuri che nel 2021 la squadra riuscirà a mettere Tito nelle condizioni migliori per esprimere tutto il suo talento.”

“Rabat arriva in Superbike motivato a raggiungere risultati importanti e noi siamo certi che potrà contare sul massimo supporto da parte di Barni Racing.”

 

I Video di Motoblog