MotoGP: Tito Rabat rinnova con Avintia Racing

La moto, però, potrebbe non essere una Ducati: in Avintia si stanno guardando in giro in cerca di possibili alternative?

Ormai tutti i tasselli del mercato MotoGP sono praticamente al loro posto: con la conferma di Tito Rabat in seno al team Avintia Racing si completa la griglia 2020 della Classe Regina, che salvo stravolgimenti sarà in grandissima parte uguale a quella odierna. Il pilota catalano, che alcune fonti davano vicino a Kawasaki e prossimo a prendere il posto di Leon Haslam in WSBK, ha infatti prolungato il suo rapporto con il team iberico firmando un contratto biennale che lo lega ad Avintia fino al 2021.

Raul Romero, manager della squadra con cui Rabat corre dal 2018, sta cercando in tutti i modi di ottenere supporto ufficiale in vista della prossima stagione per Tito e il compagno di squadra Karel Abraham: non è ancora chiaro, tuttavia, se i due stringeranno ancora i manubri di una Ducati Desmosedici. Pare, infatti, che in Avintia si stiano guardando attorno alla ricerca di possibili alternative, soprattutto nel caso in cui da Borgo Panigale dovessero decidere di non fornire materiale factory alla formazione spagnola. Si fa largo l'ipotesi Suzuki?

  • shares
  • Mail