Mandalika, Oliveira festeggia la vittoria: “È per mia figlia!”

Il 27enne lusitano analizza la sua sorprendente vittoria sul bagnato in Indonesia: “Partenza perfetta, poi è stato difficile capire dov’era il limite…”

Interpretando al meglio le difficili condizioni meteo del tracciato di Mandalika, il portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) ha letteralmente dominato il GP d’Indonesia della MotoGP, secondo round stagionale, centrando la sua prima vittoria del 2022 da aggiungere alle tre precedentemente conquistate in carriera nella Premier Class.

Con la distanza di gara ridotta a 20 giri per via delle temperature rigide e della bassa aderenza dell’asfalto, al via Oliveira è balzato subito dal 7° posto in griglia alla lotta per il comando della corsa con l’australiano Jack Miller (Ducati Lenovo), da lui definitivamente staccato al sesto giro per arrivare a scavare un rassicurante vantaggio di 5″ a metà gara. Per la seconda metà, il 27enne lusitano si è limitato a gestire il gap sugli inseguitori per arrivare comunque in splendida solitudine sotto la bandiera a scacchi.

Oliveira: “Felice di essere in cima al podio!”

I 25 punti conquistati oggi permettono ad Miguel Oliveira di piazzarsi anche al 4° posto della classifica generale, a soli 5 punti dall’attuale leader Enea Bastianini (Gresini Rscing). Una volta sceso dalla sua RC16, l’asso portoghese ha così analizzato la sua memorabile prestazione nella prima apparizione della MotoGP a Mandalika (che è coincisa anche con la sua 50a partenza nella ‘classe regina’ del Motomondiale):

“Emotivamente, è stato come andare sulle montagne russe! La partenza è stata perfetta, ma poi è stato piuttosto difficile capire dov’era effettivamente il limite. Ho seguito Jack per alcuni giri e lì ho capito che sarei potuto andare più veloce di lui: dopo averlo passato, sono rimasto concentrato per dare il massimo curva-dopo-curva e così mi sono costruito un buon vantaggio.”

“A quel punto ho amministrato quel margine per tutto il resto della gara, ma non è stato facile. Ho avuto un periodo difficile ultimamente, quindi è molto emozionante per me conquistare questa vittoria. Avevo promesso a mia figlia che le avrei portato un trofeo dall’Indonesia, quindi questo è per lei! Ora ci prepareremo per andare in Argentina e staremo a vedere cosa riusciremo a fare per mantenere questo livello. Ad ogni modo, in questo momento, sono semplicemente felice di essere di nuovo in cima al podio!”

Guidotti esalta KTM: “Siamo a buon punto…”

Il trionfo di Oliveira, in combinazione con il “pesante” secondo posto conquistato dal compagno di box Brad Binder nel GP del Qatar, ha anche proiettato KTM in cima alla classifica costruttori ed il suo team factory al vertice della graduatoria squadre, circostanza che non può che far la gioia del neo-appuntato Team Manager Francesco Guidotti:

“Sono davvero felice, è un risultato fantastico sia per il team che per l’azienda. E’ una vittoria meritata per tutte le persone che hanno lavorato e lavorano su questo progetto. Miguel è stato molto forte sin da venerdì mattina, ha dato sempre il massimo in qualsiasi condizione o circostanza. In due gare siamo saliti due volte sul podio conquistando anche una vittoria: direi che siamo a buon punto … è stato un grande inizio del 2022 per noi.”

Ultime notizie su Gare

Segui tutte le gare di moto con motosblog, dal Motogp al SBK con i nostri speciali in tempo reale, i commenti, le anticipazioni, le interviste dei piloti, le foto e le video per vedere e rivedere le gare da non perdere.

Tutto su Gare →