McGuinness firma con Kawasaki per il 2020

Il 47enne "Missile di Morecombe" tornerà in pista nel TT del prossimo anno con la Ninja ZX-10RR del team Quattro Plant Bournemouth

La leggenda vivente del Road Racing John McGuinness correrà i principali eventi della stagione 2020 sotto le insegne del team Quattro Plant Bournemouth Kawasaki, Tourist Trophy dell'Isola di Man e North West 200 inclusi.

Il fuoriclasse di Morecombe, che in Aprile spegnerà 48 candeline, festeggerà così il traguardo dei 30 anni di attività in sella alla Ninja ZX-10RR, moto che praticamente non ha mai guidato in carriera (fatta eccezione per una partecipazione all'Ulster GP con la Kawa 1000 del team Hawk Racing nell'ormai remoto 2004) e che lo supporterà nelle gare delle classi Superbike e Superstock.

Solo qualche settimana fa avevamo raccolto le "lamentele" del 23-volte-vincitore del TT, deluso per non essere stato contattato da nessun team per la prossima stagione, ma in seguito le cose hanno evidentemente preso un'ottima piega per l'asso inglese, che ha trovato posto in uno dei team più quotati del Road Racing raccogliendo l'eredità del connazionale James "Jimbo" Hiller, passato in inverno al team OMG Racing BMW dopo 10 anni di fedeltà a Kawasaki. Queste le parole con cui John McGuinness ha commentato l'annuncio:

"Sono felice di poter finalmente annunciare i miei piani per la stagione internazionale delle corse su strada, e sono altrettanto felice di avere l'opportunità di correre con la Kawasaki del team Quattro Plant Bournemouth nel 2020!"

"I risultati che sono riusciti ad ottenere con James Hillier, sia in termini di risultati che di affidabilità, insieme alla loro grande reputazione nel settore, parlano da soli. Inoltre, essendo questo un team "famigliare", è la soluzione perfetta per me. È una squadra dal grande nome, professionale, che ha ottenuto grandi risultati sia sulle strade che sui circuiti, e per me ha tutti i requisiti!"

L'entusiasmo del Team Owner Pete Extance ha fatto molto piacere a McGuinness, anche se non è stata necessaria una grande opera di convincimento per convincerlo a porre "nero su bianco" sul nuovo contratto. Il pilota britannico sostiene di aver ormai recuperato completamente dal brutto incidente alla NW200 del 2017 ed è per questo impaziente di iniziare la nuova avventura:

"Pete ha guidato da Bournemouth fino a Morecambe per incontrarmi e mettere l'offerta sul tavolo, e non mi ci è voluto molto per firmare: è stata una decisione facile! Tutto aveva perfettamente senso e abbiamo messo insieme un buon piano che ci metterà nella migliore posizione possibile per il TT e la North West 200."

"Dopo quanto ho fatto a Macao, credo di essere davvero tornato in forma e, con la mia gamba ora al 100%, mi sembra di guidare come non avevo mai guidato prima. Unirmi alla squadra di Kawasaki e a Pete e guidare la Ninja ZX-10RR significa aprire un nuovo capitolo per me, un capitolo di cui sono già entusiasta e che non vedo davvero l'ora di iniziare."

  • shares
  • Mail