Ramon Forcada: "Rossi? Non vincerà altri mondiali, già una gara è difficile"

Il tecnico spagnolo è pessimista sul futuro del Dottore: secondo Forcada Valentino difficilmente sarà in grado di tornare sul gradino più alto del podio

Questo 2019 non sta certamente andando nel migliore dei modi per Valentino Rossi: il Campione pesarese, 40 primavere tonde tonde e 9 titoli mondiali sulle spalle, sta incontrando numerose difficoltà nel "far girare" la sua Yamaha, quella YZR-M1 che dopo alterne vicende sembra tornata ad essere una moto competitiva soprattutto nelle mani di Maverick Viñales e Fabio Quartararo. In questa stagione il marchigiano è andato a podio solamente in due occasioni, ma non è tutto: Valentino non vince da oltre 40 Gran Premi e spesso fatica a stare dietro ai piloti più giovani, una situazione che induce molti a pensare che anche fenomeno di Tavullia sia ormai avviato sul viale del tramonto.

Tra questi c'è Ramon Forcada, ex capotecnico di Jorge Lorenzo ai tempi della Yamaha ufficiale passato poi in squadra con Maverick Viñales e infine al team Petronas SRT con Fabio Quartararo. Il tecnico spagnolo è piuttosto scettico sulla possibilità di un 10° titolo per il numero 46: "Vincerà un altro Mondiale? No" ha tagliato corto in un'intervista concessa a DAZN "Una gara? Difficile dirlo... E' difficile che vinca una gara asciutta. Può essere che vinca una gara strana, ma con la gente giovane che sta arrivando, con la velocità che questi giovani hanno, vincere una gara in condizioni normali è complicato. Può essere, perché sa guidare, la chiave sta nel cambio di tecnico e nelle motivazioni".

Ed è proprio con la ricerca di nuove motivazioni che, secondo Forcada, si spiegherebbe il recente divorzio da Silvano Galbusera. Alla base della scelta di puntare su David Muñoz non ci sarebbero divergenze personali o incomprensioni da un punto di vista tecnico, ma semplice voglia di "cambiare aria" e trovare nuovi stimoli: "Con questo cambiamento Valentino è in cerca di motivazioni, è chiaro. Rossi non mette un tecnico senza esperienza se quello che sta cercando non sono nuove motivazioni" ha spiegato lo spagnolo.

"È la stessa cosa che cercava quando ha cambiato Burguess per Galbusera nel 2014" ha proseguito "Valentino vuole dare una scossa al team Yamaha e dunque ha preso un giovane che arriva con idee nuove, che ha voglia di fare. Non perché sia tecnicamente migliore, ma perché porta novità e motivazione". Interrogato sul futuro del pluri-campione italiano, Forcada ha infine ammesso di non sapere alcunché: "Non so se Valentino resterà in MotoGP anche dopo il 2020, al momento salvo novità gli resta un anno di contratto. Non ho avuto modo di parlare con lui".

  • shares
  • Mail