Misano, Rossi 4°: "È andata come mi aspettavo"

Il pesarese manca l'appuntamento con il podio della MotoGP anche nel suo round di casa: "Questo è il nostro potenziale in questo momento"

Il quarto posto conquistato oggi nel GP di San Marino e della Riviera di Rimini della MotoGP è probabilmente il miglior risultato a cui Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha) poteva aspirare nella sua gara "di casa", un piazzamento non disprezzabile ma che, naturalmente, non può essere accolto con piena soddisfazione dal pluri-iridato pesarese.

Scattato dalla terza fila dopo l'opaco settimo posto nelle qualifiche di ieri - in cui non è mancato un polemico "battibecco" in pista con il rivale Marc Marquez (Honda Repsol) - Rossi ha faticato non poco a "farsi largo" nel gruppone, rendendosi protagonista di efficaci e applauditissimi sorpassi su Alex Rins (Ecstar Suzuki), Pol Espargaró (Red Bull KTM Factory Racing) e, per ultimo, sul 'protetto' Franco Morbidelli (Petronas SRT Yamaha).

Una volta raggiunta la quarta piazza, Rossi si è limitato a difendere la posizione vista l'impossibilità di raggiungere i tre fuggitivi Marc Marquez, Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha) e il compagno di box Maverick Vinales, che hanno poi chiuso la gara in quest'ordine. Sorriso poco convinto per il pesarese della Yamaha a fine giornata:

"Speravo di lottare per il podio, perché sarebbe stato bello sentire le acclamazioni dei miei fans da lassù, ma alla fine la gara è andata più o meno come mi aspettavo. Dopo le qualifiche mi aspettavo che Maverick fosse un po' più veloce e Quartararo un po' più lento, ma comunque sapevo che c'erano tre piloti più veloci di me, che avevano un ritmo migliore."

"Sapevo che c'erano due o tre punti della pista dove avrei perso un po' più di tempo: abbiamo provato a risolvere questo problema durante il fine settimana, ma sfortunatamente non ci siamo riusciti. E poi sono partito dal settimo posto in griglia, e non è stato facile: sono riuscito a superare Dovizioso, ma poi sono stato superato a mia volta da Rins."



Guardando agli oltre 12" di distacco rimediati dal vincitore, Rossi ritiene di aver pochi margini di miglioramento con la sua attuale Yamaha YZR-M1:

"Ho anche faticato a superare Franco perché nei punti dove volevo farlo lui guidava davvero bene. Sapevo che sorpassare sarebbe stato difficile su questa pista, e così è stato. Ad ogni modo, il mio ritmo non era veloce come i piloti davanti, sarebbe stato difficile stare vicino a loro e anche senza essermi trovato davanti la KTM a inizio gara."

"Da quando il campionato è ricominciato dopo la pausa estiva, abbiamo cambiato molte cose sulla moto, ma penso che questo sia più o meno il nostro potenziale in questo momento. I tre davanti sono stati più veloci di noi, soprattutto in uscita curva, dove avevano più grip e riuscivano a prendere in mano il gas prima. E' questo quello che ci manca in questo momento..."

  • shares
  • Mail