Brno, Dovizioso incita Ducati a "restare positivi"

Alla vigilia del round di Brno della MotoGP, il 32enne forlivese non perde l'ottimismo: "Ci attendono piste sulle quali saremo molto competitivi..."

Terminata la pausa estiva, Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati) è pronto a riprendere le ostilità nel Mondiale MotoGP aggrappandosi alle ultime, residue speranze che gli restano di agguantare in classifica il "fuggitivo" Marc Marquez (Honda Repsol), "scappato" a +58 punti nella graduatoria iridata dopo la schiacciante vittoria nell'ultimo GP di Germania.

In qualità di "primo inseguitore" del fenomeno spagnolo in classifica, il "Dovi" è l'uomo a cui tutti guardano per tenere aperti i giochi nella MotoGP 2019, ma il solido margine guadagnato da Marquez nella prima parte di stagione sarà certamente difficilissimo da recuperare nei restati 10 round, pur considerando un calendario che, sulla carta, proporrà ora diversi circuiti favorevoli alle caratteristiche della sua Desmosedici GP.

Il primo di questi sarà quello dell'Autodrom Brno, che questo weekend ospiterà l'atteso GP della Repubblica Ceca (clicca qui per orari e copertura TV). Nell'edizione dello scorso anno, Dovizioso vinse la corsa in volata sull'allora compagno di box Jorge Lorenzo (questo weekend ancora assente nel box Honda), un risultato che il forlivese non può che augurarsi di bissare quest'anno per tenere vive le fievoli speranze di rincorsa al titolo.

Le tre settimane di stop hanno permesso al 32enne romagnolo di fare il punto della situazione con la dovuta calma - muovendo anche qualche critica sulla stampa al prototipo bolognese - ma la sua voglia di riscatto è comunque evidente alla vigilia dell'appuntamento di Brno:

"La pausa estiva è sempre utile per ricaricare le batterie e mettere le cose in prospettiva. E nonostante la nostra posizione al traguardo ad Assen e al Sachsenring sia stata soddisfacente, le sensazioni in sella non sono state delle migliori su quei due tracciati..."

"Senza dubbio in questo momento dobbiamo restare positivi: abbiamo lavorato duro sotto ogni aspetto durante queste tre settimane e siamo pronti ad affrontare la seconda metà del campionato con grande motivazione. Ci attendono piste sulle quali sono sicuro che riusciremo ad essere molto competitivi e a dimostrare pienamente il nostro potenziale."

Per il resto della stagione, "DesmoDovi" dovrà però guardarsi anche dalla "concorrenza interna" del rampante Danilo Petrucci, fresco di rinnovo per il 2020 e di 3 podi ottenuti nelle ultime 5 gare che lo hanno proiettato al terzo posto nel Mondiale, a soli 6 punti dal compagno di colori.

Anche il Petrux serba un bel ricordo del GP di Repubblica Ceca del 2018, quando contribuì alla festa Ducati con un 6° posto raggiunto al termine di una prestazione esemplare da parte sua. Ma quest'anno, con i "gradi" di pilota factory della casa di Borgo Panigale, le aspirazioni del 28enne ternano non possono che essere per posizioni ben più "nobili" dell'ordine di arrivo.

Queste le parole con cui Danilo Petrucci ha "inquadrato" l'ormai imminente weekend di gare in terra boema:

"Dopo le mie belle vacanze ho tantissima voglia di tornare in pista. Brno è un tracciato che mi piace e sul quale la Desmosedici GP è sempre stata competitiva, in particolare lo scorso anno. Io arrivai in sesta posizione al traguardo, ma a soli tre secondi dal vincitore, e penso che anche il prossimo weekend avremo una buona occasione per ottenere un bel risultato."

"A casa poi hanno lavorato davvero tanto in queste tre settimane per portare avanti lo sviluppo della moto, e non vedo l’ora di provare alcune novità. Sarà importante ripartire con il piede giusto perché a volte, dopo la pausa, i valori in campo cambiano, e noi vogliamo farci trovare pronti per questa seconda metà di stagione."

  • shares
  • Mail