Rossi ha "bisogno di un buon risultato" a Brno

Il 40enne pluri-iridato pesarese della Yamaha a caccia di punti in Repubblica Ceca: "Ma dovremo anche iniziare a prepararci per il 2020..."

Archiviata la tradizionale pausa estiva con la partecipazione al matrimonio del 'fido' Alessio "Uccio" Salucci, Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha) è già arrivato a Brno dove questo weekend andrà in scena il GP della Repubblica Ceca, 10° appuntamento del Mondiale MotoGP 2019 (clicca qui per orari e copertura TV del fine settimana).

Quest'anno l'asso pesarese della Yamaha si presenta in Boemia con il 6° posto nel Mondiale, a -5 punti dal compagno di box Maverick Vinales che lo ha oltrepassato in graduatoria grazie al 2° posto nell'ultimo GP di Germania (per altro chiuso dal "Dottore" all'8° posto dopo aver inanellato ben 3 ritiri consecutivi).

L'attuale situazione in classifica, alla vigilia del "giro di boa" della stagione, non permette certo a Rossi di nutrire particolari velleità - sono già 105 i punti di svantaggio dal capo-classifica Marc Marquez (Honda Repsol) - ma il 40enne marchigiano è comunque deciso a dare il massimo da qui al termine della stagione a cominciare proprio dal round dell'Autodrom Brno, pista sulla quale colse la sua prima vittoria iridata in carriera nel 1996 nella oggi defunta classe 125 cc.

Nella "classe regina" del Motomondiale, Rossi conta 5 vittorie in Repubblica Ceca: 1 nel 2002 nella vecchia classe 500 cc e 4 nella moderna era "4 tempi" della MotoGP, l'ultima delle quali risalente al 2009. 14, invece, il numero complessivo dei suoi podi a Brno, l'ultimo dei quali agguantato nel 2016.

Evidentemente, Rossi si augura di aggiunge un altro trofeo alla sua collezione dopo questo weekend contando anche sulla innegabile crescita della Yamaha YZR-M1, sottolineata dalle recente prestazioni di Vinales e, soprattutto, del terribile rookie francese Fabio Quartararo. E il "Dottore" ha appena ricaricato le sue pile:

"Durante questa pausa estiva era importante prendersi del tempo libero dopo la prima parte della stagione, per riposare un po', ma ora non vedo l'ora di tornare di nuovo in pista in sella alla mia M1 e di concentrarmi pienamente su questa seconda parte della stagione."

"Affronteremo subito due GP consecutivi (il GP d'Austria avrà luogo solo 7 giorni dopo, NdR) in cui sarà necessario lavorare bene e ottenere i migliori risultati possibili."

La prima metà del 2019 ha riservato più delusioni che gioie al fuoriclasse di Tavullia (solo 2 secondi posti per lui fin qui, in Argentina e Texas) che però può ora affrontare il resto della stagione con meno pressione per i risultati e maggior possibilità di concentrarsi sulla prossima annata:

"Sarà una seconda metà di stagione molto importante, perché abbiamo tanto da migliorare e dovremo anche iniziare a prepararci per il 2020 con il successivo test del lunedì."

"Brno è una pista che mi è sempre piaciuta: voglio lavorare bene con il mio team per fare in modo che sia un bel fine settimana per noi. Abbiamo bisogno di un buon risultato, quindi faremo del nostro meglio per ottenerlo."

  • shares
  • Mail