Bradl su Lorenzo: "Momento difficile, ma può dare molto alla Honda"

Il test-rider tedesco ha molta fiducia nel talento di Lorenzo e nell'enorme esperienza del maiorchino nello sviluppo delle moto

E' un momento molto difficile per Jorge Lorenzo. Il fuoriclasse di Palma de Mallorca, reduce da due anni di alti e bassi in Ducati, sta avendo gravi difficoltà nell'adattarsi alla sua nuova moto, la Honda RC213V ufficiale plasmata sullo stile aggressivo di Marc Marquez. Lo spagnolo è attualmente 16° in classifica generale, con soli 19 punti in saccoccia e senza essere mai riuscito ad entrare in Top Ten: un bottino magro, magrissimo per un cinque volte Campione del Mondo per cui si prospettava una stagione di riscatto dopo il complicato biennio in sella alla Desmosedici factory.

Come se non bastasse, a mettere i bastoni tra le ruote a Jorge ci è messa anche la sfortuna: nel corso delle FP1 di Assen il Porfuera è andato rovinosamente in terra, riportando la frattura a due vertebre che gli ha impedito di prendere parte ai Gran Premi di Olanda e Germania.

Al Sachsenring Lorenzo è stato sostituito da Stefan Bradl, collaudatore del team Honda HRC e pilota "di riserva" della formazione ufficiale dell'Ala Dorata: proprio il tedesco, Campione del Mondo della Moto2 nel 2011, ha detto la sua sulla difficoltà di Jorge in sella alla quattro cilindri giapponese, una moto che con Marquez ai comandi è in testa alla classifica iridata con 58 punti di vantaggio.

Stefan ha spezzato una lancia a favore del collega spagnolo, dimostrando grande fiducia nel talento e nell'esperienza di un pluri-iridato come Lorenzo: "Penso che Jorge abbia il potere e l'esperienza per dare una nuova direzione ad HRC, anche se questo è per lui un momento difficile di adattamento" ha spiegato Bradl ai microfoni di Marca "Il futuro potrebbe riservare ottime opportunità, ha il potenziale per fare molto bene vista la sua grandissima esperienza con altri costruttori".

"Ha molta pressione addosso" ha proseguito il test-rider tedesco "ma sta lavorando tantissimo ed è molto motivato a migliorare. E' un periodo difficile, ma credo che quando tornerà sarà ancora più forte di prima".

Vista la seria lesione rimediata ad Assen Jorge necessità di un periodo di riabilitazione piuttosto lungo, ma può sfruttare la contingenza favorevole delle vacanze estive per programmare il rientro in vista del GP di Repubblica Ceca in programma a Brno per il prossimo 4 agosto: "Ha bisogno di tempo per recuperare" ha concluso Bradl "spero che torni forte, gli auguro davvero il meglio perché è alle prese con un brutto momento".

  • shares
  • Mail