Marc Marquez: "Con il nuovo scarico ho più controllo"

A Le Mans Marc Marquez ha scelto di montare il nuovo scarico corto, già usato da Crutchlow a Jerez: conferirebbe alla RC213V una maggiore connessione tra il polso del pilota e l'erogazione della potenza

scarico_honda-marquez.jpg

Marc Marquez ha stabilito il secondo tempo in entrambe le sessioni di prove libere di ieri -funestate da condizioni meteo certamente non facili- e stamane ha chiuso le FP3 con il 5° tempo subito dietro a Valentino Rossi. Un buon inizio di week-end quello del Campione del Mondo, apparso decisamente più a suo agio in sella rispetto al compagno di squadra Dani Pedrosa, disastroso 22° quest'oggi davanti a un ancor più irriconoscibile Jorge Lorenzo.

Una (molto parziale) spiegazione di questa evidente disparità di prestazioni nel box HRC si può ritrovare nel fatto che Marc ha scelto di usare il nuovo scarico corto, già utilizzato da Crutchlow a Jerez, mentre Dani ha preferito continuare a montare quello lungo che equipaggia la RC213V da inizio stagione. Il nuovo "trombone", a sentire Marquez, addolcirebbe in maniera sensibile l'erogazione della moto permettendo al pilota un migliore controllo e un maggiore feeling con la manopola del gas.

"L'adozione del nuovo scarico comporta differenti cose positive, ad esempio il fatto che sento più controllo nel mio polso destro, nel gas... mi permette di sentire di più la potenza e avere maggiore feeling con l'erogazione dei cavalli. Questo non significa che vai più veloce, però capisci più cose e hai più controllo su quello che succede! In vista del futuro, questa è una cosa molto importante. Tuttavia, ci sono ancora cose che dobbiamo migliorare, ed è il motivo per il quale non lo montano ancora tutti i piloti Honda. Ma ci stiamo lavorando"

marc-marquez.jpg

  • shares
  • Mail