MotoGP Australia 2016, Valentino Rossi: "Cal troppo veloce"

Valentino Rossi a Phillip Island ha accarezzato, per qualche giro, l'idea di andare a riprendere Crutchlow e vincere la gara, ma l'inglese è stato troppo veloce. Giornata comunque molto positiva per il pesarese.

Dopo qualifiche ai confini del disastroso, nelle quali è stato prima costretto ad affrontare la Q1, non riuscendo ad approdare al secondo e conclusivo turno, a Phillip Island, in gara, Valentino Rossi è stato protagonista di una spettacolare rimonta.

Partito quindicesimo in griglia e partito bene, al punto di recuperare, allo start, due posizioni, è risalito velocemente in classifica, trovandosi anche a superare il compagno di squadra Jorge Lorenzo.

rossi-phillip_island-2016-2.jpg

Arrivato al terzo posto dopo aver passato Aleix Espargarò, si trovava secondo a seguito della caduta di Marc Marquez con, davanti a lui, il solo Cal Crutchlow, che in quel momento aveva poco più di due secondi di vantaggio.

Quello che poteva sembrare un riaggancio relativamente facile non aveva fatto i conti con il degrado del pneumatico anteriore della Yamaha numero 46, messo a dura prova dalla furibonda rimonta del pesarese che, complice anche un lungo in frenata, decideva così di mantenere la posizione, arrivando a fine gara con un distacco di 4,2 secondi dall'inglese del team LCR. Di seguito le dichiarazioni del pilota.

Valentino Rossi: “Questa mattina abbiamo scoperto di avere un buon passo in queste condizioni e, passo dopo passo, sono tornato nelle posizioni che contano. All'inizio della gara, il primo giro è stato curioso ed ho provato e sperato di arrivare a Cal, ma lui è stato troppo veloce e forte. Nei primi dieci giri mi sono divertito molto. Cal era il mio obiettivo ed ho pensato di poterlo raggiungere perché questa mattina ero un pelo più veloce. Quando ho visto Marquez cadere ho pensato di poter vincere e ci ho provato, ma Cal è stato troppo veloce. E' sempre molto rapido, a Phillip Island ed interpreta la pista al meglio. Per me la seconda parte di gara è stata più difficile, perché ho un po' subito la situazione, ma il risultato è stato cosa ci serviva dopo l'errore di Motegi e la pessima giornata di ieri, che reputo essere stata la giornata più frustrante di tutta la stagione. Oggi invece è stato un giorno molto positivo per il team e per Yamaha. Congratulazioni a Cal e grazie a tutto il mio team ed ai ragazzi, che hanno fatto un grande lavoro.”

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail