Rossi 7° a Motegi: "Non siamo soddisfatti"

Il pluri-iridato pesarese commenta la prima giornata di prove libere della MotoGP per il GP del Giappone: "Proveremo a cambiare l'assetto"

motogp-motegi-2016-fp-yamaha-29.jpg

Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) ha chiuso con il settimo tempo la prima giornata di prove libere della MotoGP per il GP del Giappone, 14° round del Motomondiale di quest'anno (clicca qui per orari e copertura TV).

Anche se il riscontro cronometrico non è strato troppo severo per lui - che con il suo 1'45.532 ha accusato 'solo' 381 millesimi dal best lap odierno firmato dal team-mate Jorge Lorenzo - a fine giornata il 'Dottore' si è dichiarato tutt'altro che soddisfatto della sua attuale situazione per via delle difficoltà nel trovare un buon set-up per la sua YZR-M1.

Nelle FP1 del mattino, Rossi aveva chiuso al 4° posto ma con un distacco maggiore dal miglior crono di Andrea Dovizioso (Ducati Team).

Movistar Yamaha MotoGP's Italian rider Valentino Rossi speaks to his mechanic after the first MotoGP-class free practice during the Japanese Grand Prix at the Twin Ring Motegi circuit in Motegi on October 14, 2016. / AFP / TOSHIFUMI KITAMURA        (Photo credit should read TOSHIFUMI KITAMURA/AFP/Getty Images)

Valentino Rossi ha così commentato il lavoro svolto in questa prima giornata al Twin Ring Motegi:

"E' stata una giornata strana perché questa mattina non sono andato troppo male, ero stato abbastanza veloce, ma nel pomeriggio è stata una sessione difficile. Abbiamo provato le gomme più dure, ma sia all'anteriore che al posteriore non avevo una buona aderenza e così ho perso un po' di feeling."

"Alla fine abbiamo rimesso le gomme morbide e sono riuscito a migliorare il mio tempo sul giro, ma non è sufficiente perché non sono affatto soddisfatto del set-up e il bilanciamento della moto. E' molto difficile da fermare la moto in frenata, quindi dobbiamo lavorare e cercare di recuperare."

motogp-motegi-2016-fp-yamaha-32.jpg

Alla luce delle numerose cadute di oggi - incluso un pauroso high-side di Dani Pedrosa (Honda Repsol) che gli è costato la rottura della clavicola - le gomme Michelin sono di nuovo sotto accusa. Così Rossi:

"Per quanto riguarda i pneumatici, le sensazioni non sono poi così cattive. I tempi sul giro non sono così distanti da quelli dell'anno scorso, ma questo pomeriggio purtroppo ci sono stati tanti incidenti, con Pedrosa che si è anche fatto male. Questo è successo perché nel pomeriggio la temperatura è scesa molto rapidamente e così la pista è diventata più pericolosa. Buona fortuna a Pedrosa. Per quanto riguarda domani, cercheremo di modificare l'assetto per essere più forti."

motogp-motegi-2016-fp-yamaha-38.jpg

Il 9-volte-iridato è poi entrato maggiormente nel dettaglio su quanto fatto nel Day-1 ai microfoni di Sky Sport:

"Nel pomeriggio abbiamo provato a cambiare qualcosa per risolvere alcuni problemi e, soprattutto, abbiamo montato le gomme dure, ma non andavano granché bene. Per questo la prima metà della sessione ho fatto molta fatica. Alla fine, con la mia terza uscita, ho messo le morbide come al mattino e ho ritrovato velocità, ma non siamo contenti dell'assetto."

"Tra le curve 6-7-8 c'é una parte molto guidata in cui serve una moto molto reattiva, ma d'altra parte ci soon tante frenate importanti, dove occorre usare tutta la forza a disposizione, e quindi è importante che la moto sia efficace quando deve fermarsi. Abbiamo provato a fare delle modifiche piuttosto grandi, ma alla fine non mi sono piaciute. Domani proveremo a fare meglio."

Nella Conferenza Stampa ufficiale di ieri, Rossi non era apparso al top della forma, spiegando di aver particolarmente patito il jet-lag per il viaggio e il pungente freddo che lo ha sorpreso in Giappone. Il fuoriclasse della Yamaha ha però provveduto a rassicurare tutti:

" Non sono al massimo, faccio fatica quando devo metterci tanta forza, ma conto di migliorare per domani e domenica."

motogp-motegi-2016-fp-yamaha-26.jpg

  • shares
  • Mail