Rossi favorevole alle comunicazioni radio in MotoGP

Il fuoriclasse pesarese della Yamaha si dice possibilista sull'opportunità di parlare con il box durante le gare, al contrario del rivale Marc Marquez...

Yamaha's Italian motorcycle road racer Valentino Rossi reacts as he sits in the pits prior the first training session of the Moto GP of the Grand Prix of Germany at the Sachsenring Circuit on July 15, 2016 in Hohenstein-Ernstthal, eastern Germany.  / AFP / Robert MICHAEL        (Photo credit should read ROBERT MICHAEL/AFP/Getty Images)

Dopo il per lui disastroso Gran Premio di Germania della MotoGP, Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) avrebbe espresso parere favorevole sulla potenziale introduzione di comunicazioni via-radio con il 'muretto' durante le gare della Premier Class, così come avviene già piuttosto diffusamente in diversi campionati automobilistici.

La mancanza di una buona comunicazione con i box sarebbe costata già diversi punti al 'Dottore' in questa stagione, con due riferimenti in particolare: il GP d'Olanda, con il pesarese KO sul bagnato quando era in testa con 2" di vantaggio, e proprio l'ultimo round del Sachsenring, con il 9-volte-iridato che rientrava in colpevole ritardo a cambiare moto mentre, dietro di lui, Marc Marquez (Honda Repsol) guadagnava manciate di secondi ad ogni giro.

SPIELBERG, AUSTRIA - JULY 20:  Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP heads down a straight during the day 2 of MotoGP Tests In Zwelteg at Red Bull Ring on July 19, 2016 in Spielberg, Austria.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

L'ultima volta che sistemi radio sono stati testati nella classe regina del Motomondiale risale a circa un decennio fa. Interrogato sulla questione da MCN, Valentino Rossi ha risposto:

"Questa non è la Formula 1, ma le cose sarebbero molto più semplici se ci fosse la comunicazione con i box. A volte, solo con la pit-board, è difficile: ad Assen, ad esempio, se mi avessero detto che avevo già due secondi di vantaggio, avrei rallentato e non avrei quindi commesso quell'errore. Non so perché non ce l'abbiamo adesso, ma potrebbe essere un qualcosa di importante da avere in futuro."

MONTMELO, SPAIN - JUNE 05:  Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP leads Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team during the MotoGP race during the MotoGp of Catalunya - Race at Circuit de Catalunya on June 5, 2016 in Montmelo, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Tuttavia il suggerimento di Rossi non troverebbe il consenso da parte dell'attuale leader del Mondiale. Interpellato da MCN sul medesimo argomento, Marc Marquez ha così ribattuto:

"Non riesco a immaginare di essere in piega a 200 km/h e avere qualcuno che mi parla nell'orecchio! Qui non stiamo parlando di auto da corsa: se non hai una buona strategia prima della gara te ne accorgerai durante. Nel nostro team abbiamo sempre un piano chiaro: è un qualcosa su cui abbiamo lavorato molto sin da quando sono stato squalificato in Australia nel 2013!"

Winner Movistar Yamaha MotoGP's Italian rider Valentino Rossi kisses his trophy past third placed Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez on the podium of the MotoGP race during the Spanish Moto Grand Prix at the Jerez racetrack in Jerez de la Frontera on April 24, 2016. / AFP / JORGE GUERRERO        (Photo credit should read JORGE GUERRERO/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail