Crisi team Forward: prime ammissioni di Rezzi

Arresto per l'ex-partner di Giovanni Cuzari nel Team Forward che confessa sponsorizzazioni fittizie per milioni di franchi.

forward-racing.jpg

La crisi del team Forward Racing - innescata dall'arresto, qualche settimana fa, del suo proprietario Giovanni Cuzari - è in continua evoluzione, e dopo la rinuncia al prossimo GP di Indianapolis e l'annuncio dello scioglimento del contratto con Stefan Bradl, pilota tedesco in MotoGP, sono trapelati nuovi dettagli sull'inchiesta che vede protagonisti i vertici della scuderia italo-svizzera.

Mario Rezzi, ex-socio di Cuzari nella Team Forward Racing - Media Action SA (società cui fa capo la squadra) dovrà probabilmente restare in carcerazione preventiva per un altro mese in seguito agli ultimi sviluppi della vicenda riguardante le false fatturazioni. Questa, quanto meno, è la richiesta del PM svizzero John Noseda, che ora sarà passata al vaglio del giudice dei provvedimenti coercitivi Claudia Solcà.

Rezzi avrebbe infatti ammesso sponsorizzazioni fittizie per milioni di franchi per permettere a Media Action di partecipare al Motomondiale, accusando in sostanza Cuzari di essere la 'mente' dietro alle presunte frodi fiscali. Rezzi è stato arrestato lunedì ed è attualmente detenuto in carcere, come lo stesso Cuzari.

forward-moto2.jpg

  • shares
  • Mail