MotoGP: Marc VDS Racing ufficializza l’accordo con HRC per il 2015, Scott Redding il pilota

Formalizzato l’accordo tra la squadra belga ed il colosso giapponese: il talento inglese torna nel team con cui l’anno scorso sfiorò il titolo Moto2 per guidare una RC213V ‘factory’.

La notizia era già stata confermata in via ‘ufficiosa‘ via Twitter dallo stesso team belga a metà Settembre – senza però emettere nessun comunicato a riguardo – ma la vera e propria ufficialità è arrivata oggi a Motegi, sede del 15° appuntamento stagionale del Mondiale MotoGP 2014 (clicca qui per orari e copertura televisiva): il team Marc VDS Racing – che quest’anno sta dominando il campionato del Ondo MOto2 con Tito Rabat e Mika Kallio – ha infatti annunciato il passaggio alla classe regina del Motomondiale nel 2015 in virtù di un nuovo accordo biennale con Honda Racing Corporation.

L’unico pilota del team, altro dato già conosciuto, sarà il britannico Scott Redding, quest’anno rookie in MotoGP con GO&FUN Honda Gresini e l’anno scorso in forze proprio al team belga in Moto2, stagione in cui il binomio perse nel finale di stagione un titolo che sembrava già conquistato. Ad attanderlo nel box ci sarà invece una delle ambite Honda RC213V ‘satellite‘, quella ha cui ha rinunciato proprio il team Gresini per trasformarsi nel nuovo team ufficiale Aprilia.

Guarda le foto del Marc VDS Racing Team 2014

Michael Bartholemy, team manager della squadra e anche manager personale di Scott Redding, ha così commentato l’annuncio:

“Vorrei ringraziare tutti coloro che ci hanno sostenuto ed aiutato nel raggiungere questo importante traguardo. Entriamo nella classe MotoGP con la moto piú competitiva sul mercato. Senza il loro aiuto e il continuo supporto di Marc van der Straten, questo passaggio sarebbe rimasto solo un sogno per noi. Ovviamnte non vediamo l’ora di riabbracciare Scott Redding l’anno prossimo, ma il nostro obiettivo per il momento rimane il titolo mondiale della classe Moto2, che stiamo dominando con entrambi i nostri piloti.”

Guarda le foto del Marc VDS Racing Team 2014

Un compiaciuto Marc van der Straten, proprietario della squadra, ha aggiunto:

“È un gran onore legarsi alla Honda nella piú importante categoria delle competizioni a due ruote” aggiunge il patron Marc van der Straten. “specie se si tiene conto che siamo ancora una struttura relativamente giovane del paddock. Nonostante ció, abbiamo dimostrato sempre che ci siamo anche noi e che lottiamo per vincere: questo nostro credo riflette in pieno la filosofia di Honda. Sono assolutamente entusiasta di questo nuovo progetto, perchè oltretutto sta a significare il ritorno di Scott Redding nella nostra famiglia”.

MotoGP: ufficiale Scott Redding con Honda e Marc VDS Racing nel 2015

Moto2 2013 - Scott Redding - Kalex Marc VDS Racing

Va finalmente ad ‘incastonarsi‘ uno dei pezzi più pregiati del mosaico della MotoGP 2015 che ancora non aveva trovato la sua sistemazione per il prossimo anno: il 21enne talento inglese Scott Redding, quest’anno all’esordio nella Premier Class con la Honda RCV1000R ‘Open‘ del team GO&FUN Honda Gresini, ha infatti trovato l’accordo con il team belga Marc VDS Racing per correre nel 2015 con una Honda RC213V ‘Factory‘. La conferma della buona riuscita della trattativa è stato annunciato dal seguente Tweet diffuso dal team:

L’annuncio dell’accordo tra Aprilia ed il team Gresini – che si appresta a chiudere la partenrship quasi ventennale con il colosso giapponese per diventare il team ufficiale della casa di Noale in MotoGP per i prossimi quattro anni – ha infatti innescato un ‘effetto domino‘ i cui esiti erano in realtà già stati previsti.

Guarda le foto di Scott Redding con il team Marc VDS Racing nella Moto2 2014

Redding, che aveva un contratto con Gresini ma voleva restare in ‘orbita Honda‘ per salire sulla RC213V ‘lasciata libera‘ dal team italiano e da Alvaro Bautista, ha infatti ricevuto l’appoggio di HRC per permettere al suo vecchio team Marc VDS Racing (con l’anno scorso aveva sfiorato il titolo Moto2) di compiere l’agognato ‘salto in MotoGP, un obiettivo che la compagine belga sta inseguendo già da qualche stagione.

Il team Marc VDS Racing – che quest’anno sta letteralmemte dominando il Mondiale Moto2 con Esteve ‘Tito‘ Rabat e Mika Kallio – – ha quindi battuto la concorrenza del team Aspar per aggiudicarsi l’ultima RC213V 2015 disponibile (probabilmente anche grazie ai ‘buoni uffici‘ del pilota britannico) e sarebbe ora impegnato in una corsa frenetica per garantirsi alla svelta i finanziamenti necessari per la sua nuova avventura.

    Leggi anche: MotoGP, Aprilia Gresini Racing ufficializza Alvaro Bautista fino al 2016

    Leggi anche: Moto2, Mika Kallio con il team Italtrans Racing nel 2015

Guarda le foto di Scott Redding con il team Marc VDS Racing nella Moto2 2014

MotoGP 2015: ancora incerto il futuro di Scott Redding in Honda


Un paio di settimane fa avevamo fatto il punto sull’intricata situazione di Scott Redding, giovane talento inglese della MotoGP in forza al team GO&FUN Honda Gresini.

Il 21enne del Gloucester, attualmente un rookie della Premier Class dopo essere arrivato secondo nel Mondiale Moto2 2013, è stato protagonista fin qui di un campionato in crescendo che ne ha decisamente rialzato le quotazioni, riuscendo ormai a battere con buona frequenza il compagno di squadra Alvaro Bautista nonostante i due dispongano di ‘mezzi’ ben diversi (il prototipo factory Honda RC213V ‘factory‘ per lo spagnolo, la bistrattata Honda RCV1000R ‘Open’ per il britannico).

Guarda le foto di Scott Redding (Honda Gresini – MotoGP 2015)

Come avevamo spiegato, per il prossimo anno Redding è ancora sotto contratto con la squadra di Fausto Gresini e per diverso tempo si è dato per scontato il suo passaggio nel 2015 sul prototipo Honda del compagno di squadra, ma alcune questioni di carattere finanziario starebbero inducendo il team italiano a valutare una possibile separazione da ‘mamma Honda‘, costruttore con il quale il team Gresini è stato legato ‘a doppio filo‘ per diversi anni.

Honda però non vorrebbe affatto privarsi dei servigi del giovane britannico, ed è per questo che la situazione rimane al momento piuttosto fluida.

Guarda le foto di Scott Redding (Honda Gresini – MotoGP 2015)

Michael Bartholemy, Team Principal del team Marc VDS Racing in Moto2, è anche il manager di Scott Redding. In alcune recente dichiarazioni raccolte dal sito ufficiale del Motomondiale, Bartholemy ha parlato delle effettive possibilità del suo assistito di disporre della bramata Honda RC213V nella prossima stagione:

“Il 31 luglio avevamo firmato un contratto per una moto factory che ci lasciava piuttosto tranquilli per il future, ma dopo qualche giorno Fausto [Gresini] è venuto a dirci di trovarsi in difficoltà finanziare, motivo per il quale non era certo di poter affrontare la prossima stagione. Alla luce di questa situazione, HRC – in particolare [Shuhei] Nakamoto e [Livio] Suppo – ci hanno garantito che Scott correrà con una Honda nella prossima stagione, ma devono ancora capire con chi. Credo abbiamo parlato della cosa con Lucio [Cecchinello, LCR Honda MotoGP] e con Aspar.”

Guarda le foto di Scott Redding (Honda Gresini – MotoGP 2015)

Tra le soluzioni possibili ci sarebbe anche quella di un coinvolgimento della struttura del team Marc VDS Racing, che attualmente sta dominando il Mondiale Moto2 con i suoi alfieri Rabat e Kallio e che non ha mai fatto mistero della sua ambizione di approdare nella classe regina del Motomondiale. A inizio estate, i piani per un possibile salto in MotoGP del team belga nel 2015 sembravano definitivamente archiviati – o meglio, rimandati al 2016 – ma il nuovo scenario potrebbe aver mutato la situazione. Il team inoltre conosce bene Redding, che l’anno scorso correva con loro in Moto2. Bartholemy ha così commentato l’indiscrezione:

“Non conosco la situazione con Lucio [Cecchinello] e [Jorge] Aspar. Marc (van der Straten, proprietario del team Marc VDS Racing) vuole aiutare Scott ma non può coprirlo al 100%. Due case sono interessate a Scott, una in particolare per il 2016, quindi ora stiamo cercando una sella per la prossima stagione. Sta accadendo tutto molto velocemente e ci sono molti personaggi sulle sue tracce. Ad ogni modo, al momento siamo in attesa di vedere come si risolverà la questione con Honda e Gresini.”

Come avevamo anticipato, una delle case costruttrici interessate a Redding è proprio Ducati, che tramite le parole di Paolo Ciabatti ha già ammesso di ‘essere alla finestra’ per quanto riguarda l’evolversi della situazione dell’inglese. Nel caso le cose dovessero precipitare con Honda, Redding potrebbe anche finire nel team Ducati Pramac al posto del neo-‘ufficiale‘ Andrea Iannone.

Guarda le foto di Scott Redding (Honda Gresini – MotoGP 2015)


I Video di Motoblog

Ultime notizie su Gare

Segui tutte le gare di moto con motosblog, dal Motogp al SBK con i nostri speciali in tempo reale, i commenti, le anticipazioni, le interviste dei piloti, le foto e le video per vedere e rivedere le gare da non perdere.

Tutto su Gare →