MotoGP, Cecchinello: "Con noi Crutchlow tornerà ai massimi livelli. E Miller..."

Il boss del team LCR Honda illustra i piani futuri del team dopo l'ingaggio dell'inglese, che comprendono anche la tanto attesa 'seconda moto'...

01 cacchinello

Il passaggio di Cal Crutchlow al team LCR Honda è decisamente l'argomento più caldo negli ambienti del Motomondiale alla vigilia del GP di Indianapolis, che questo weekend riaprirà le ostilità dopo il tradizionale periodo di vacanze estive. Dopo che l'inglese era stato platealmente confermato dai vertici Ducati nel corso del WDW2014, negli ultimi giorni si è invece consumato il 'colpo di scena' che lo ha visto firmare un nuovo accorso per il 2015 con il team LCR Honda, ed il prossimo anno sarà quindi in griglia con la Honda RC213V 'Factory' del team italiano.

Lucio Cecchinello, deus ex machina del team italiano, è stato raggiunto dal sito ufficiale del Motomondiale per commentare gli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto la squadra, che dopo aver trovato un nuovo title sponsor per la prossima stagione - la finanziaria britannica CWM World Corporate and Business Solutions - sembra aver trovato le risorse per ampliare ulteriormente il proprio piano d'azione, che arriverà ad includere la tanto bramata 'seconda moto'.


Guarda le foto di Stefan Bradl con la Honda RC213V 2014

E proprio il nuovo contratto di sponsorizzazione, secondo quanto dichiarato da Lucio Cecchinello, avrebbe determinato la svolta per quello che riguarda la line-up piloti del prossimo anno:


"Il nostro obiettivo era quello di fare un programma ambizioso per l’anno prossimo, sogno che si sta concretizzando grazie all’ingresso di un nuovo sponsor: l’azienda inglese CWM, leader nel settore finanziario. Abbiamo firmato il contratto a fine luglio, e da lí abbiamo capito che avevamo la possibilità di schierare 2 moto. Abbiamo parlato con lo sponsor, il quale aveva confermato la volontà di andare avanti con Stefan [Bradl], e così gli abbiamo formulato un’offerta a fine Luglio. Lui ci ha risposto che aveva bisogno di tempo perchè voleva valutare tutte le offerte a sua disposizione."

"Quando ho capito che il suo interesse iniziava a vacillare (e per non far perdere l’interesse al nostro nuovo sponsor...) abbiamo iniziato a volgere lo sguardo ai top rider presenti sul mercato, esplorando tutte le possibilità. Tra queste, siccome c’erano già stati dei contatti all’inizio di luglio con il suo manager [Bob Moore], c'era anche Cal Crutchlow: li abbiamo ripresi e il tutto si è consumato molto velocemente, nel giro di pochi giorni."


Guarda le foto di Stefan Bradl con la Honda RC213V 2014

Il fatto che Crutchlow abbia un passaporto britannico ha sicuramente avete un suo peso nel convincere lo sponsor sulla bontà della scelta, anche se Cecchinello ha sottolineato la sua personale stima per le capacità del 28enne pilota di Coventry:

"Nel 2013 Cal ha fatto una stagione eccellente con 4 podi e 2 pole position, e ho pensato fosse una valida alternativa a Stefan, nonostante adesso stia attraversando una stagione con qualche difficoltà di troppo, in cui non si trova a suo agio a guidare la Ducati alla stregua di come guidava la Yamaha. Ho immaginato che nel nostro team potrebbe ritornare ai massimi livelli: l’obiettivo è quello di stare con i migliori piloti del lotto.

"Il contratto siglato [con Crutchlow] riguarda la stagione 2015, poi c'é un’opzione per il 2016 a nostro favore che è basata principalmente sui risultati, ma bisognerà sempre tener conto del parere di HRC. Per quel che riguarda lo staff tecnico invece, inizieremo a pensarci da Indianapolis."


Guarda le foto di Stefan Bradl con la Honda RC213V 2014

Per quanto riguarda l'annosa questione della seconda moto, la stabilità economica garantita dal nuovo e munifico sponsor anglosassone sembra permetterà finalmente al team italiano di coronare quello che da tempo è uno dei suoi obiettivi:

"Abbiamo immaginato di mantenere una moto in versione Factory e di avere una seconda moto in versione Open; di quest’ultima peró non abbiamo ad oggi alcun programma nè il pilota, perché comunque la nostra prioritá era quella di avere un pilota competitivo ed esperto sulla Factory, come richiesto dallo sponsor.Jack Miller è stato sicuramente avvicinato da Honda, ma non sono al corrente dello status della trattativa. Una volta definiti i programmi, sará la HRC eventualmente a collocarlo in una delle strutture disponibili: LCR è una di queste, ma la decisione spetta ai diretti interessati."


    Leggi anche: MotoGP 2015, Ducati conferma: è fatta tra Cal Crutchlow e LCR-Honda

MotoGP 2015 - LCR Honda - Stefan Bradl

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: