Pagelle MotoGP Mugello: corsa-show. Marquez, valore aggiunto Honda. Lorenzo degno avversario. Rossi da podio

Le pagelle pilota per pilota dopo lo spettacolare Gran Premio d'Italia della MotoGP 2014.

Best MotoGP Mugello 2014

LA CORSA: applausi. Voto 10 Non è la … Moto3 ma la MotoGP ha onorato il Mugello, l’autodromo old style più valido sotto il profilo tecnico e spettacolare. Il duello Marquez-Lorenzo è da annali e il podio con Rossi al suo 300° GP è da cornice. Il mondiale 2014? Non chiuso, blindato! Ma ogni corsa ha la sua storia. Grande pubblico, onore della “bella” Italia che … resiste.

MARQUEZ: dittatore. Voto 10+ Il fenomeno della Honda (voto 10+) non lascia agli altri neppure le briciole. Anzi li illude, come oggi ha fatto con Lorenzo, poi strappo su strappo impone la legge del più forte. Sesta vittoria consecutiva dopo sei pole di fila. Il valore aggiunto della Honda è Marquez! Il trionfo del Mugello sigillo del nuovo titolo 2014?

LORENZO: risorto. Voto 10 Il maiorchino della Yamaha (voto 10) torna a splendere con una prestazione degna dei suoi giorni migliori. Esce sconfitto in una volata al fotofinish ma a testa alta, grande orgoglio grande cuore, a dimostrazione che è lui l’unico a impensierire davvero l’imprendibile Marc. Titolo addio? Forse, ma la zampata vincente è possibile.

ROSSI: 300. Voto 9+ Il Dottore onora il suo 300esimo GP con un podio di prestigio, nobilitato dalla gran corsa dei due imprendibili “nemici” spagnoli. I “ma” e i “se” non contano, Valentino, partito dalla quarta fila, ci ha provato dimostrando di essere ancora protagonista reale, da show, non una comparsa. Anche se Marc e Jorge sono oggi su un altro pianeta. Comunque, altro podio, altri punti importanti. Aspettando Assen… E la firma di un nuovo biennale Yamaha.

PEDROSA: spento. Voto 6- E’ il vero sconfitto della giornata, non tanto per il quarto posto, ma per una gara scialba, ben sotto il livello di un binomio che dovrebbe lottare per la vittoria. I 14 secondi di gap la dicono lunga sulle differenze in campo. Solo problemi al braccio sofferente o inizio della fine? HRC a rischio?

ESPARGARO: in crescita. Voto 8 Pilota in costante crescita, qualche svarione ci sta, ma un manico pronto per … altri lidi, con prossimo salta di qualità. Presto fra i big?

DOVIZIOSO: ragioniere (di lusso). Voto 7+ Il romagnolo della Ducati conosce perfettamente la situazione e il “valore” della sua moto: quindi va … a punti. Pulito, efficace, concreto. Si può fare di più? Il bolide di Borgo Panigale vola sul dritto, ma non basta.

IANNONE: show. Voto 8+ Nella pista di casa della Ducati (voto 8) il pilota campano ha fatto scintille nella prima parte di corsa, guidando anche l’indiavolata compagnia. Non capita spesso alle “rosse” di Borgo Panigale, per altro con … l’aiutino dei soliti discutibili regolamenti. Ma il pilota italiano c’è e il nuovo motore … vola. Ma non basta.

FENATI: magistrale. Voto 10+. L’ascolano mette … in ginocchio Valentino Rossi raggiante per il trionfo del suo pilota in Moto3 dopo una corsa da mal di cuore e un volatone alla … Carletto Ubbiali. Il doppio sorpasso esterno all’Arrabbiata è magistrale. Dopo cinque anni (Simone Corsi) un altro italiano fa sventolare il tricolore nella (incandescente) classe cadetta. Romano, e tre! Puntare al titolo!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: