Papà Graziano sicuro: "Valentino Rossi sullo stesso piano di Marquez e Lorenzo"

Il secondo posto di Losail riaccende gli entusiasmi attorno al Campione di Tavullia, anche da parte del suo tifoso numero 1: "Bello zittire i critici con questo tipo di gare."

Graziano Rossi Story

Il secondo posto colto da Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) nel GP del Qatar, primo round del Motomondiale 2014, ha indubbiamente avuto grande eco sui media italiani ed internazionali, pronti a salutare il ritorno a grande livello del Campione di Tavullia dopo la spettacolare battaglia con Marc Marquez (Honda Repsol).

Il risultato ottenuto dal pesarese in Qatar è in realtà lo stesso dello scorso anno, quando si celebrò il suo secondo debutto in Yamaha dopo il deludente biennio in Ducati, ma il modo in cui ha lottato con il pur claudicante Campione del Mondo e ha 'tenuto a bada' l'altra RC213V di Dani Pedrosa appaiono sicuramente di 'maggior peso' rispetto al podio del 2013, maturato dopo un'altro duello con l'allora debuttante Marquez e chiuso a sei secondi dal vincitore ed allora neo-iridato Jorge Lorenzo.

MotoGP 2014 - GP del Qatar - GALLERIA Gara

L'entusiasmo e l'ottimismo sono già palpabili tra i numerosi fans del 'Dottore', che si augurano naturalmente una stagione da protagonista per l'ormai 35enne fuoriclasse della Yamaha, e tra i più accesi figura come sempre il poliedrico Graziano Rossi, padre di Valentino ed a sua volta ex-pilota, che in una lunga intervista concessa a Eurosport ha confermato le sue alte aspettative per la nuova stagione:

"Il messaggino che Vale mi ha inviato dopo la gara diceva “si poteva anche vincere, cazzo”. Però va bene anche così, perché questa è stata nettamente la migliore gara degli ultimi 3 anni per lui e perché ha finalmente dimostrato di poter lottare ad armi pari con un fenomeno assoluto come Marquez, che ha dimostrato una volta di più di essere il numero uno non per caso. Il duello fra i due è stato al cardiopalma e ha tenuto incollati agli schermi tutti gli appassionati e, se queste sono le premesse, tutto mi fa pensare che ne vedremo degli altri nel corso della stagione”.

"Ieri c’è stato uno scontro fra due campioni di generazioni diverse: un duello che mi ha ricordato quello fra il vecchio Kenny Roberts e il giovane e rampante Freddie Spencer. Spencer in quel 1983 non lasciò scampo a Roberts se Valentino riuscisse a mettersi dietro Marc e a dargli una lezione scriverebbe un’altra pagina storica di motociclismo”.

MotoGP 2014 - GP del Qatar - GALLERIA Gara

Nelle dichiarazioni successive al GP del Qatar, incalzato dai giornalisti, Valentino Rossi si è lasciato scappare anche una dedica per i vari detrattori che più volte lo hanno dato per 'finito' nel corso delle ultime stagioni. Anche Graziano ha confessato di aver provato una certa soddisfazione da questo punto di vista:

“Io penso che sia normale che un pilota che ha vinto 9 mondiali sia amato da tanti ed odiato da alcuni. Mi limito a dire che è bello zittire con i risultati e con questo tipo di gare i critici. Mi sa che almeno per un anno forse due non avranno più argomenti”.

MotoGP 2014 - GP del Qatar - GALLERIA Gara

E' evidente che dopo un solo round dei 18 in programma in calndario è difficile fare delle previsioni già realistiche sulle effettive chances di Rossi in chiave titolo iridato, ma il cuore da tifoso (e da genitore) del buon Graziano ha comunque azzardato:

“Lui ha lavorato quest’inverno per essere allo stesso livello di Marc e Jorge e io voglio credere che sia possibile. Per me Marquez, Lorenzo e Valentino vanno messi sullo stesso piano: i primi due hanno la forza di essere nel fiore degli anni e di essere reduci da annate strabilianti, Valentino però ha un bagaglio di esperienza che molti sottovalutano ma che può rivelarsi molto utile. E’ stato protagonista di mondiali molto combattuti e nella battaglia ha sempre fatto vedere di essere secondo a nessuno. Inoltre anche se ha 35 anni ha ampi margini di miglioramento perché sta lavorando molto per cambiare il suo stile di guida e già dei benefici si sono visti…”.

MotoGP 2014 - GP del Qatar - GALLERIA Gara


"[Valentino Rossi] ha sempre lavorato tanto in inverno e quest’anno si è reso conto che per fare il salto di qualità doveva studiare gli avversari e copiare un po’ la loro guida per sfruttare al meglio queste nuove MotoGP. Ora Vale si sporge molto più dalla moto come fa abitualmente Marquez. Ciò gli ha già permesso di avere di diversi decimi ed essere più vicino a Lorenzo nei test, soprattutto a Sepang. Sono convinto che nel corso della stagione questo lavoro potrà garantirgli ulteriori benefici”

Valentino Rossi e gli altri protagonisti della MotoGP torneranno di nuovo in pista nel fine settimana del 13 Aprile, data del Gran Premio delle Americhe di Austin, in Texas.

MotoGP 2014 - GP del Qatar - GALLERIA Gara

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: