MotoGP, Dovizioso: "Ducati vicina a Honda e Yamaha"

Il forlivese del Ducati Team si dice soddisfatto degli esiti del test Bridgestone a Phillip Island, e non solo per quanto riguarda le gomme..

Test MotoGP Phillip Island - Day 2

Dopo una 'falsa partenza' a causa di un malore nella notte prima del Day-1, Andrea Dovizioso oggi ha potuto portare avanti come previsto il programma di lavoro per il test Bridgestone di Phillip Island, al quale partecipano i team ufficiali delle tre case costruttrici partecipanti alla MotoGP del 2014. I riscontri cronometrici di questo test, per quanto non troppo significativi - visto che i piloti utilizzano pneumatici diversi seguendo le indicazioni del gommista giapponese - sono comunque abbastanza indicativi della situazione attuale dei team ufficiali, che dopo questo test torneranno in pista in occasione del primo round del Campionato, il GP del Qatar, in programma nel finesettimana del 23 Marzo.

Nella prima giornata di ieri, il 'Dovi' aveva chiuso con l'ultimo tempo tra i cinque piloti della MotoGP in pista (vista la perdurante assenza del Campione del Mondo Marc Marquez), incassando 7 decimi e mezzo dal miglior crono di Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), mentre oggi, ritrovata la piena forma fisica, l'italiano del Ducati Team è riuscito ad arrampicarsi fino alla 3a piazza con il suo 1′29.387, a poco più di 2 decimi e mezzo dal miglior crono di giornata - fatto segnare ancora dallo spagnolo della Yamaha - e a 6 millesimi dalla Honda RC213V di Dani Pedrosa, che lo ha preceduto nella graduatoria dei tempi odierna.

Clicca qui per la Gallery del Day 2 del Test MotoGP di Phillip Island

Alla fine del Day-2 di Phillip Island, Andrea Dovizioso ha fatto una rapida analisi del lavoro svolto oggi raccolta dal sito ufficiale del Motomondiale:

"Sono molto soddisfatto sia dei tempi sul giro che del feeling [della moto]. Il vento era molto calmo, e così siamo riusciti a fare un tempo sul giro davvero buono. Sono contento della mia velocità e del fatto che siamo stati consistenti per tutto la giornata."

"Sfortunatamente faceva troppo caldo per fare un test con la Bridgestone: abbiamo fatto una comparazione, ma poi siamo rimasti ai box per tre ore in quanto la temperatura della pista superava i 50°C. Le condizioni erano molto diverse rispetto al weekend di gara dello scorso Ottobre. Ad ogni modo sono soddisfatto del 'feeling' con la moto, perché in passato ho sempre fatto molta fatica su questa pista, soprattutto l'anno scorso con Ducati."

“Lorenzo ha un passo diverso rispetto a tutti gli altri, ma noi siamo lì: siamo vicini Honda e Yamaha, ed io sono molto felice di questo. Cal [Crutchlow] ha fatto quasi 20 giri – non tutti insieme - con quella che io considero la miglior gomma testata fino ad ora: è stato veloce e costante, quindi penso che quella gomma sia buona. Non possiamo ancora sapere se sarà in grado di coprire la distanza di gara di 27 giri, ma penso che in termini di tempi sul giro sia ok."

Clicca qui per la Gallery del Day 2 del Test MotoGP di Phillip Island

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail