Hayden "Volevo la pole", Dovizioso "Mancanza di concentrazione"

I piloti di Borgo Panigale volano sotto la pioggia di Motegi e ottengono per la terza volta la prima fila in stagione. Ma domani sarà un'altra storia...

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

Pioggia a Motegi, durante i 75 minuti "straordinari" di qualifiche, dopo la cancellazione della giornata di ieri. Nicky Hayden protagonista di un eccellente prestazione, con l'ex Campione del Mondo, alla penultima gara con Ducati, che ha perentoriamente dimostrato le sue doti (e quelle della Desmosedici) su tracciato bagnato. Domani 40 minuti di warm up e poi la gara (alle 6.00 italiane), ma è previsto un netto miglioramento meteorologico e per il team di Borgo Panigale non è una buona notizia. Hayden conquista la prima fila per il team Ducati, con 1 secondo di ritardo sull'uomo pole Jorge Lorenzo e 4 decimi su Marquez e domani il Kentucky Kid proverà a tutti i costi a dar filo da torcere agli spagnoli:

“Sappiamo che la nostra GP13 funziona bene sul bagnato, ed è bello poter partire in prima fila qui in Giappone. Se devo essere sincero, sono anche leggermente deluso perché nel corso della sessione ho girato veramente veloce e avevo un ottimo feeling con la moto e pensavo addirittura di poter fare la pole. Però verso la fine gli altri hanno aumentato il ritmo e io non sono riuscito a migliorarmi sulla pista che si stava rapidamente asciugando. Forse avrei dovuto mettere una nuova gomma anteriore nella mia ultima uscita, ma in ogni caso oggi finalmente siamo tornati a sorridere. La cosa più importante sarà sfruttare bene la prima fila per la gara. Sappiamo che per noi sarà molto più difficile sull’asciutto, ma cercherò di partire bene e di lottare per tutta la gara. Un grosso ringraziamento va ai ragazzi della mia squadra perché sono dei veri professionisti e non hanno mai smesso di impegnarsi e dare il loro meglio.”

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

Giornata positiva, ma non esaltante, anche per Andrea Dovizioso. Il forlivese aveva ottenuto la prima fila (sempre con il terzo tempo) in due occasioni quest'anno, a Le Mans e al Mugello, ma oggi, quando ci si aspettava da lui una prestazione migliore, non è riuscito a trovare il giusto feeling con la sua Desmo, chiudendo sopra all'1'55 e a +1.565 da Lorenzo:

“E’ stata una sessione di qualifica un po’ particolare. Il grip era molto buono, però all’inizio non avevo feeling, un po’ perché io non sono partito molto concentrato dopo un giorno e mezzo di inattività e un po’ perché non eravamo proprio a posto da subito con il nostro setup. Fortunatamente, avendo un’ora e un quarto a disposizione, siamo riusciti a fare alcuni cambiamenti e la moto è migliorata molto. Poi è anche diminuita l’acqua sul tracciato e tutto è diventato più facile. Sono contento del mio ultimo giro, anche se sono riuscito a prendere il ritmo giusto un po’ troppo tardi. Però ho fatto il mio miglior tempo da solo, e questo è sempre importante. Partire in seconda fila domani è un risultato molto buono e sono davvero contento.”

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: