Lorenzo: "Non è stato facile"; Rossi: "Speravo nella 1a fila"

Il Campione del Mondo conquista la pole di Motegi e annuncia una gara all'attacco, il 'Dottore' si accontenta del quinto posto in griglia.

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

La rincorsa di Jorge Lorenzo a Marc Marquez nel Mondiale MotoGP inizia bene per il Campione del Mondo in carica, che con il crono di 1'53.471 ha conquistato la pole position per il GP del Giappone, che si disputerà domani all'alba sullo storico tracciato di Motegi. Dopo la cancellazione di tutte le sessioni di prove libere del venerdì e delle FP3 di oggi, i protagonisti della MotoGP hanno avuto a disposizione uno speciale turno di qualifiche di 75 minuti - senza Q1 e Q2 - durante il quale hanno potuto lavorare sull'assetto delle moto prima di concentrarsi sul proprio giro veloce, ed alla fine il fuoriclasse di Yamaha Factory Racing l'ha spuntata su tutta la concorrenza rifilando oltre 6 decimi al secondo, che risponde proprio al nome di Marc Marquez.

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

Il baby-fenomeno di Honda Repsol comunque non ha messo in mostra una particolare confidenza con la pista bagnata - tanto da collezionare ben tre 'dritti' - e con queste premesse la gara di domani si preannucia davvero combattuta in chiave 'titolo mondiale' (anche se le ultime previsioni meteo per domani danno come molto probabile una corsa sull'asciutto). Jorge Lorenzo comunque si dice soddisfatto degli esiti della giornata e promette battaglia per il GP:

"Sono davvero contento: non è stato facile perché il mio ultimo ricordo della pioggia risale alla gara Assen [quando si infortunò per la prima volta alla scapola]. All'inizio ero un po' timoroso perchè non volevo fare incidenti. Siamo stati fortunati ad avere un turno di qualifica 'estesa' per abituarci alla pista: poco a poco ho accumulato confidenza, e alla fine mi sentivo veramente bene sia con la moto che con il grip della pista, soprattutto in frenata. Non importa se sarà bagnato o asciutto domani, non è un mio problema pensarci: dovrò guidare al massimo in qualsiasi condizione, anche se una gara bagnata sarebbe probabilmente meglio per il mio campionato."

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

Valentino Rossi invece ha chiuso il turno con il 5° tempo, 1'54.732 (a oltre 1"2 dal compagno di squadra) che per la gara di domani lo vedrà quindi partire dal centro della seconda fila tra Dani Pedrosa (Honda Repsol) ed Andrea Dovizioso (Ducati Team). Si tratta in fondo di un risultato in linea con le aspettative della vigilia, ma che non può certo soddisfare il pluri-titolato campione pesarese. Per un campione del suo calibro infatti, come ammesso dallo stesso Rossi a fine turno, l'obiettivo minimo era ben altro:

"Il risultato non è poi così male, ma io speravo di arrivare in prima fila. Non ci sono andato molto lontano, ma alla fine mi ritrovo dietro. Mi sentivo in una forma migliore quando le condizioni erano 'full-wet', e mi trovavo meglio anche con la moto. Quando c'è stata meno acqua in pista, con alcuni tratti che hanno iniziato ad asciugarsi abbastanza, sono riuscito a migliorare leggermente il mio tempo sul giro ma non abbastanza per guadagnarmi la prima fila. Domani sarà tutto una sorpresa, perché se sarà asciutto dovremo trovare il miglior set-up nel warm up e cercare di essere pronti e competitivi per la gara!"

MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche
MotoGP Giappone 2013 - Qualifiche

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: