Lorenzo "siamo più competitivi rispetto a Sepang", Rossi "il nuovo asfalto è perfetto"

Il majorquino spinge già al massimo la sua M1 ed è l'unico pilota della giornata a portarsi sotto al muro dell'1'29, avvicinandosi al record della pista di Casey Stoner.

Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013

Termina la prima giornata di prove libere a Phillip Island e Jorge Lorenzo è stato l'assoluto protagonista sulla pista australiana. Mentre la settimana scorsa, a Sepang, aveva dato segni d'insofferenza in entrambi i giorni di prove, oggi il majorquino del team Yamaha Factory Racing è partito come un razzo, centrando il miglior tempo sia nelle FP1, che nelle FP2.

Il tracciato australiano, nonostante negli ultimi sei anni sia stato dominato dall'ex padrone di casa Casey Stoner, è sempre stato un circuito favorevole a Lorenzo, che se anche vede il titolo mondiale come una chimera, ha tutta l'intenzione di provarci fino alla fine. Oggi è stato l'unico a scendere sotto l'1'29, fermando il cronometro a 1’28.961, tre decimi di differenza dalla pole record di Stoner nel 2008:

Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013

"Mi sembra che qui siamo molto più competitivi rispetto alla Malesia. Ci sono un po' di problemi con il vento in alcune curve, dove non riusciamo letteralmente a tenere l'anteriore per terra e quindi abbiamo bisogno di migliorare per domani. In generale ogni passo in avanti che facciamo con la moto è un miglioramento che ci fa andare più veloci. Il nuovo asfalto è molto migliore e ti permette di spingere maggiormente e ci sono meno bolle. Ce n'eè una all'uscita della curva sei, ma a pate questo è tutto molto migliorato."

Passiamo a Valentino Rossi, che ha chiuso la giornata nella posizione che mantiene ormai da inizio stagione. Quarto posto, anche se stavolta il tris spagnolo che lo precede è composto dal compagno di team più Bautista e Pedrosa, mentre Marquez ha chiuso con il sesto tempo. Il pesarese, che ieri in conferenza stampa aveva affermato che sarebbe pronto ad aiutare Lorenzo, oggi ha chiuso a oltre 5 decimi di distacco dal majorquino, ma ha dimostrato anche di avere un bel ritmo e di poter ambire a qualcosa in più:

"Sono felice di com'è andata oggi, specialmente questa mattina dove siamo stati in grado di migliorare il setting della moto. Sono felice del ritmo, sono costante e piuttosto veloce, riesco a stare sull'1'29 anche con gomme usate. Dobbiamo migliorare alcune aree, specialmente la curva 4 e l'ultima, dove dobbiamo cercare di uscire più veloci. Inoltre bisogna lavorare sulle gomme, che specialmente sul lato sinistro sono sottoposte a un grande stress. La pista è fantastica con un tempo come quello di oggi. Il nuovo asfalto è ottimo ed è un grande piacere correre qui con la mia M1. Siamo tutti piuttosto vicini e molto veloci. La pista così è più facile, ma questo vuol dire che dobbiamo essere più veloci! Le traiettorie, rimangono più o meno le stesse."

Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013
Rossi e Lorenzo - Phillip Island 2013

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail