Marco Melandri: "non è ancora detta l'ultima parola"

Il ravennate è terzo in classifica generale, a 30 punti da Sykes: a Istanbul sarà imperativo vincere.

SBK 2013 - Marco Melandri - BMW Motorrad Goldbet SBK - Superbike 2013

Marco Melandri inizia a sentire la pressione: mancano ormai solo 4 round al termine del Mondiale Superbike e nonostante la lotta per il titolo sia ancora aperta il ravennate sente di aver mancato una buona occasione al Nurburgring, dove in entrambe le gare le bandiere rosse esposte dai commissari di gara gli hanno negato una vittoria che sembrava a portata di mano.

Ora il pilota del team BMW Motorrad GoldBet SBK guarda già a Istanbul, dove il 15 settembre avrà l'occasione di accorciare il gap che lo separa da Ton Sykes e Sylvain Guintoli, rispettivamente primo e secondo in classifica generale, con 30 e 29 punti di vantaggio sul ravennate. Melandri ha degli ottimi ricordi della pista turca, sulla quale ha vinto in due occasioni ai tempi della MotoGP (2005 e 2006), ma sa bene di non essere l'unico a conoscere questo tracciato, nonostante sia entrato a far parte del calendario WSBK soltanto quest'anno:

"Il tracciato di Istanbul è davvero molto bello e tecnico, con tratti guidati e settori molto veloci. Sono sicuro che saranno due bellissime gare. In passato mi sono tolto grandi soddisfazioni su questa pista, che adoro, ma non credo avrò un grande vantaggio perché quasi tutti i piloti della parte alta della classifica, tranne Sykes, ci hanno già corso. Sono contento di aver ritrovato il giusto rendimento in gara al Nurburging nonostante le due bandiere rosse non mi abbiano permesso di arrivare al successo, soprattutto in gara 1. A Silverstone era stata dura, visto il motore rotto in Superpole ed il meteo ballerino, che aveva reso tutto più difficile."

Raggiungere la coppia di testa non sarà facile e soprattutto Sykes quest'anno sembra ben deciso a vincere quel titolo che l'anno scorso sfiorò per solo mezzo punto, ma Melandri non ha alcuna intenzione di arrendersi:

"Darò il massimo e non smetterò di lottare finché la matematica non ci condanna. Bene o male, tutti i piloti in lotta per il titolo sembrano avere le proprie difficoltà, quindi non è detta l'ultima parola."

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: