Melandri, ultima gara a Losail: "Inizia un nuovo capitolo della mia vita"

Quello del Qatar sarà l'ultimo appuntamento "mondiale" per Marco Melandri, che si appresta ad appendere il casco al chiodo a fine stagione

Foto: Half Light Photographic

Dopo 215 gare nel Mondiale GP e quasi 190 in World Superbike, Marco Melandri dice basta: quello di Losail sarà il suo ultimo weekend di gara, l'ultimo capitolo di una carriera iridata iniziata nell'agosto '97 a bordo di una piccola Honda 125.

La stagione d'addio, per Macho, è stata deludente: con la Yamaha del team GRT il ravennate ha conquistato solamente tre podi, un risultato certo non all'altezza delle aspettative di un pilota che nel 2011, al suo debutto con le derivate, aveva subito agguantato il titolo di vice-Campione.

"Di sicuro arriverò in Qatar con molti sentimenti contrastanti" ha spiegato Marco alla vigilia della sua ultima corsa mondiale "Da un lato, non voglio terminare questa mia parte di vita, da quando avevo quattro anni non ho fatto altro che pensare a correre e credo sia la miglior cosa che abbia mai fatto. È stato un onore riuscire a farlo per tutto questo tempo”.

Dopo otto anni di Superbike (temporaneamente interrotti dalla infruttuosa parentesi con l'Aprilia MotoGP nel 2015) Melandri si prepara dunque ad appendere definitivamente il casco al chiodo, una scelta difficile ma per certi versi "liberatoria": "Da un certo non vedo l’ora che la stagione finisca" spiega l'italiano "È frustrante non poter correre come desidero, dovendo lottare con la moto ed essendo così lento. Dispiace molto quando non raggiungi i risultati che sei in grado di ottenere. Comunque, credo che non me ne renderò conto fino a quando non inizierà la prossima stagione e io non ci sarò". “Sono spaventato dall’idea di dover iniziare un nuovo capitolo della mia vita, ma sono anche curioso di scoprire cosa mi riserverà il mondo oltre alle gare" ha concluso "Non voglio fare progetti, voglio solo apprezzare ogni istante vivendo giorno per giorno”.

  • shares
  • Mail