Marc Marquez operato per la terza volta: intervento lungo 8 ore

L’operazione, durata ben 8 ore, è andata a buon fine, ma dalle voci circolanti nell’ambiente, pare che il campione abbia bisogno di circa 6 mesi di stop, con il rischio di saltare parte della stagione 2021 di MotoGP

Se pochi giorni fa, la terza operazione all’omero fratturato era una semplice ipotesi, questa volta è realtà: Marc Marquez è stato operato, nella giornata di ieri, presso l’ospedale Ruber di Madrid.

Siamo tornati sull’argomenti diverse volte, e continuiamo a sperare che possa essere la volta buona per il campione spagnolo, che ha già saltato per intero la stagione 2020: come già sapete, la frattura dell’omero è dovuta alla rovinosa caduta di Jerez, lo scorso 19 luglio, dopo quella fenomenale rimonta.

Marquez era tornato in pista a 5 giorni dalla prima operazione, danneggiando la placca di sostegno e, per questo motivo, era stato necessario tornare sotto i ferri. Nonostante la doppia operazione e la continua terapia, la guarigione dell’omero fratturato è stata particolarmente lenta.

Nella giornata di ieri, Marc Marquez è tornato in ospedale per sottoporsi al terzo intervento: l’operazione, durata ben 8 ore, è servita a rimuovere la vecchia placca, che è stata sostituita con una nuova, in posizione diversa, con “l’aggiunta di un innesto di osso iliaco con lembo libero corticoperiosteo”. Così scrive nel comunicato il Team Honda HRC.

L’operazione, ancora secondo Honda HRC, è andata a buon fine, ma dalle voci circolanti nell’ambiente, pare che il campione abbia bisogno di circa 6 mesi di stop, con il rischio di saltare parte della stagione 2021 di MotoGP.

I Video di Motoblog