Rossi pronto al ritiro, Dovizioso lo sostituisce in Yamaha. Fake news o bomba di mercato?

La bomba o fake news che sia, nasce da una voce circolante nel circus della MotoGP che parla di un annuncio importante in classe regina

Più che bomba di mercato, sembrerebbe una fake news: dai tedeschi di Speedweek, giunge voce del ritiro di Valentino Rossi e della sua sostituzione, in Yamaha, da parte di Andrea Dovizioso.

La bomba o fake news che sia, nasce da una voce circolante nel circus della MotoGP che parla di un annuncio importante in classe regina. Negli ultimi mesi, i top player in ballo sono proprio Valentino Rossi, prossimo al trasferimento in Yamaha Petronas, e Andrea Dovizioso, fresco di divorzio con Ducati.

La testata tedesca, inoltre, fa leva sulla frase pronunciata da Dovizioso pochi giorni fa: "Lotterò per il Mondiale anche nel 2021". Con quale Casa potrebbe lottare per il Mondiale il forlivese?

Honda Repsol ha già le moto impegnate dall'intoccabile Marc Marquez e dal nuovo acquisto Pol Espargaro, Suzuki non mollerà facilmente Rins e Mir, il team KTM Red Bull non vuole sentire ragioni e, infine, con Aprilia difficile prevedere la lotta per il titolo. Rimane, dunque, Yamaha che, nel frattempo, continua a rinviare l'accordo con Rossi sulla stagione 2021.


"Molti dettagli devono essere chiariti con Petronas - ha dichiarato il direttore di gara della Yamaha, Lin Jarvis - Gli avvocati in Giappone e Malesia hanno molti aspetti da considerare"

A smontare la tesi di Speedweek c'è quella Yamaha R1 in livrea speciale Petronas di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa: 46 anni di Petronas, 46 esemplari prodotti, 46.000 euro il prezzo di vendita. Quel numero (il 46) vi dice qualcosa?

Insomma, tutti sappiamo che, dopo 407 Gran Premi, 9 titoli mondiali, 235 podi, 115 vittorie e l'inseguimento del decimo titolo che dura, ormai, dal 2009, Valentino è prossimo al ritiro. Avranno ragione i tedeschi di Speedweek? Ma no...

Fonte: Speedweek.com

  • shares
  • Mail