WDW2014: Crutchlow confermato nel 2015, Dovizioso "Crede nel progetto", Iannone con Ducati 'a vita'

Dovizioso, Crutchlow e Iannone sfruttano il palcoscenico del WDW2014 per parlare del loro rapporto presente e futuro in MotoGP con Ducati.

WDW 2014 - Conferenza Stampa Ducati MotoGP Team

Dopo l'introduzione di Gigi Dall'Igna, la Conferenza Stampa del Ducati Team MotoGP al WDW 2014 ha visto Andrea Dovizioso rilasciare le prime dichiarazioni dopo l'ufficializzazione del rinnovo del contratto con la scuderia ufficiale di Borgo Panigale per altri due anni, che vestirà il forlivese di rosso fino alla fine della stagione 2016. Queste le considerazioni del 'Dovi' sul rinnovo:

"Alla fine abbiamo trovato un accordo, anche se non è stato facile. Come sempre accade per decisioni come queste, non è una cosa maturata in poco tempo, ma ci siamo avvicinati abbastanza ai più veloci, penso che tutto stia andando bene e credo nel progetto futuro. Quindi ho deciso di accettare questa scommessa: sarò nel progetto Ducati anche nei prossimi due anni e darò il 100% perchè vogliamo tornare in alto insieme."

"Non dobbiamo focalizzarci sulle debolezze, siamo quarti in campionato e questo è un gran risultato. -Sarà comunque difficile mantenere questa posizione fino a fine anno. Da questo punto di vista, Gigi [Dall'Igna] è partivolarmente ottimista, perchè lui sa cosa arriverà in termini di materiale. L'obiettivo di quest'anno è portare a casa il massimo risultato possibile, ma è tutto in funzione dell'anno prossimo. Bisogna continuare a lavorare, ma anche adesso stiamo correndo in funzione del futuro perchè vogliamo stare più avanti rispetto a dove siamo ora. Siamo fiduciosi e positivi, siamo in gara e dobbiamo lottare: io cerco di migliorare, ho sempre avuto molta fiducia in Gigi e mi aspetto che la seconda arte del campionato sia all'altezza"

Per Dovizioso questa è anche la prima esperienza con il World Ducati Week, ed il forlivese si è dichiarato entusiasta della manifestazione:

"Avevo sentito molto parlare molto del WDW, ma fino a che non ci sei dentro e vedi tutta questa passione in prima persona è difficile da comprendere in pieno, a noi serve molto per continuare a stringere i denti: è un qualcosa che ci da forza, con tutti questi appassionati che ci spingono a dare il massimo."
Guarda le foto della gallery 'WDW 2014 - Conferenza Stampa Ducati MotoGP Team'

Dopo la conferma di Dovizioso, Ciabatti ha indirettamente confermato anche Cal Crutchlow dicendo che il pilota inglese ha un contratto di due anni e che quindi rimarrà con Ducati anche nella prossima stagione. L'inglese sembrerebbe quindi essersi convinto a rimanere a Borgo Panigale anche l'anno prossimo per tentare l'azzardo della nuova moto firmata da Gigi Dall'Igna. Dopo l'annuncio, il britannico comunque parte con lo spiegare la sua condizione dopo il doppio intervento alle braccia, visto che è a Misano con entrambi gli avambracci 'fasciati' in vistosi bendaggi:

“Le stavo tenendo al caldo perchè fuori fa abbastanza freddo [risate], ma la verità è che ho deciso di fare l'operazione a entrambe le braccia per togliermi il problema: questo era il momento buono e ho piena fiducia nello staff che mi ha operato."

"Andrea [Dovizioso] ha fatto gran lavoro quest'anno, molto meglio di quanto non abbia fatto io, ma dobbiamo continuare a spingere per il resto della stagione e fare dei buoni risultati. Vedo che il team si impegna al massimo e tutti danno il 100%, anche in fabbrica a Bologna: so quanto sia grande l'impegno di tutti così come so quanto ci impegniamo sia io che Andrea. Ogni tanto le cose vanno bene, altre volte invece no."

I primi mesi di Crutchlow in Ducati sono stati certamente diversi da quello che si sarebbe aspettato il britannico, che in classifica piloti è solo 14° con la miseria di 28 punti ed è stato vittima di diverse cadute. Interrogato sull'argomento, il pilota di Coventry ha spiegato:

"La Desmosedici è una moto difficile: io continuo a dare il 100% ma ho bisogno di cambiare il mio stile poco alla volta. Dobbiamo iniziare dai piccolo miglioramenti ma le cose sembrano andar bene: lavoriamo meglio e il nostro pacchetto va sempre meglio, quindi credo che con il tempo potremo farcela a raggiungere il livello dei migliori. Abbiamo avuto però anche tanta sfortuna quest'anno. Non ci sono stati solo cattivi risultati o una guida non all'altezza e a me non piace parlare di sfortuna, ma credo che quest'anno mi abbia davvero preso di mira."

"La speranza è di riuscire ad essere più competitivi con la nuova moto, in modo da poter davvero poter provare ad attaccare i nostri rivali. devo ammettere che Marc [Marquez] sembra di un altro pianeta, ma abbiamo visto tutti che non Andrea [indicando Iannone] l'ha battuto in passato, quindi è possibile. Sono contento che l'anno prossimo avremo una moto nuova, io ci conto molto per tornare davanti."

Guarda le foto della gallery 'WDW 2014 - Conferenza Stampa Ducati MotoGP Team'

In mezzo a tanti uomini 'in rosso', l'apparente intruso è Andrea Iannone, che corre in MotoGP per il team satellite Ducati Pramac Racing ma che è sotto contratto direttamente con la casa bolognese. Quest'ultima ha fatto valere l'opzione a suo favore per irnnovare il contratto con il pilota abruzzese, e Iannone - inebriato dall'affetto del pubblico del WDW - è ovviamente soddisfatto:

"Sono molto contento di essere qui per la prima volta al WDW: è un evento straordinario, e vedere tutti questa gente ma da ulteriori confermare sulla mia voglia continuare con questa casa così importante e per fare felici tutti questi appassionati di motori. Nella prima parte di campionato sono riuscito a migliorare quasi sempre i risultati dell'anno scorso, fino a ottenere il mio miglir risultato in MotoGP di sempre nell'ultima gara del Sachsenring. Siamo molto contenti, siamo grande gruppo e siamo in costante recupero, e questo grazie ai progressi importanti compiuti della moto. Il gap dai primi si è sicuramente ridotto, ed è questa la cosa importante."

"Ducati ha fatto valere la sua opzione, quindi rimarrò qui anche in futuro e ne sono contento. Fosse per me, vorrei rimanere per sempre qui, tutta la vita. Vorrei fare tutta la mia carriera in MotoGP con Ducati, e quindi finirla anche con Ducati."

Alla domanda se Ducati schiererà tre moto 'ufficiali' il prossimo anno, con Dovizioso, Crutchlow e Iannone, è intervenuto Paolo Ciabatti che ha così 'dribblato' un dubbio più che legittimo:

"L'assetto dell'impegno Ducati in MotoGP sarà deciso in futuro. Al momento non sappiamo in che modo saranno distribuiti i piloti ed in quale configurazione riguardo ai team."

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 94 voti.  
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO