Rea in Argentina: “È il momento di pensare al campionato”

Il campione della Kawasaki affila le armi in vista del nuovo duello iridato con Razgatlioglu: “L’obiettivo è lottare per il titolo fino all’ultimo round.”

Alla vigilia del penultimo round stagionale della Superbike 2021 in Argentina, il Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) è ben consapevole che l’appuntamento in terra sudamericana sarà una tappa fondamentale per le sue speranze di conquistare il settimo titolo iridato consecutivo della SBK.

Rea arriva al tracciato di San Juan Villicum con 24 punti da distacco in classifica dal suo rivale per la corona, il turco Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Brixx), che con la caduta in Gara-2 a Portimao ha permesso al nord-irlandese di tornare alla vittoria (e lasciare il Portogallo con un gap in classifica molto meno pesante), ma che negli ultimi mesi ha sempre mostrato una forma smagliante in sella alla sua R1. Anche e soprattutto per questo, “l’impresa” a cui Rea è chiamato appare particolarmente ardua.

Quella di Villicum è una pista relativamente nuova per il Mondiale Superbike, ma fin qui si è dimostrata piuttosto favorevole per il campione in carica: nelle due edizioni dell’evento fin qui disputate, nel 2018 e 2019, “il cannibale” e la sua Ninja hanno vinto 4 delle 5 gare disputate, il che permette a Rea di approcciare il weekend con un atteggiamento abbastanza fiducioso:

“Sono entusiasta del nostro potenziale per l’Argentina, Villicum è una pista su cui mi sono sempre divertito in passato: è relativamente nuova nel calendario della Superbike, ma mi pare di averci vinto quattro delle cinque gare disputate. E mi piace il suo layout, che è piuttosto bizzarro.”

“Quest’anno sembrava impossibile riuscire a fare delle gare oltre-oceano, quindi voglio anche ringraziare il governo di San Juan, la Dorna e tutti coloro che hanno lavorato per renderlo possibile. E anche tutti team, perché non è affatto facile pianificare un round così lontano con tutte le restrizioni attuali. Ma ci siamo riusciti e io non vedo l’ora di correre.”

Anche i recenti progressi con la moto sono motivo di ottimismo per il fuoriclasse della Kawasaki, che ha spronato il suo team a dare il massimo nel weekend in Argentina (clicca qui per orari e copertura TV) nel tentativo di conservare lo scettro della Superbike e continuare il suo “regno”:

“Dopo essermi trovato davvero bene ed essermi sentito di nuovo forte sulla moto in Portogallo, è bello andare in Argentina con la speranza di riuscire a proseguire su quella strada, con la stessa fiducia. Ovviamente è anche il momento di pensare al campionato: dobbiamo restare concentrati e lavorare sodo per provare a ridurre il deficit di punti.”

“L’obiettivo è quello di concludere il round in Argentina con uno svantaggio più contenuto in campionato, per portare la lotta per il titolo fino all’ultimo round”.

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →