Novus One: trionfo di carbonio “elettrico”

L’ambiziosa start-up tedesca lancia la sua prima moto elettrica realizzata quasi interamente in fibra di carbonio: tanto leggera quanto costosa …

Dopo averla presentata in forma prototipale al CES 2019, la tedesca Novus ha da poco presentato la versione definitiva della One, la sua prima moto elettrica, prodotto dal carattere decisamente premium e realizzato quasi interamente a mano in pregiata fibra di carbonio.

Ad un primo sguardo, il modello assomiglia quasi più a una bicicletta che a una moto, specialmente per via dello spazio vuoto creato dal telaio monoscocca (dal peso di soli 6,9 kg) e del manubrio quasi da mountain bike, ma questo non fa che accentuare quel senso di leggerezza di cui la start-up teutonica mena gran vanto. Il peso totale della Novus One è infatti di soli 80 kg, compresa la batteria agli ioni di litio da 100V/4.3 kWh montata nella parte bassa del telaio.

Il motore elettrico, realizzato internamente, è posizionato sulla ruota posteriore e ha una potenza massima di circa 40 CV (30 kW) che, secondo quanto dichiarato dal costruttore, permetterebbe alla moto di accelerare da 0 a 50 km/h in 2,8 secondi. Ci sono comunque 3 modalità di guida: “Basic”, con una potenza massima di 7 kW (9,3 CV) e una velocità massima di 90 km/h, “Super”, con potenza di 11 kW (14,7 CV) e velocità massima 110 km/h, e “God”, che sfrutta la piena potenza per raggiungere una velocità massima di 130 km/h.

La già citata batteria pesa attorno ai 20 kg ed è stata sagomata per adattarsi perfettamente al telaio, motivo per il quale non è removibile. L’autonomia dichiarata in un contesto cittadino è di 130 km, un dato tutt’altro che impressionante, ma Novus afferma che l’80% della carica può essere raggiunto in soli 30 minuti.

Piuttosto interessante anche il reparto sospensioni: all’anteriore c’è una forcella con un unico ammortizzatore integrato nel tubo dello sterzo con 100 mm di escursione; al posteriore, opportunamente celato dal corpo del telaio, c’è un mono con 120 mm che lavora in congiunzione con il forcellone. Per quanto riguarda invece i freni, davanti c’è un disco da 230 mm morso da una pinza a due pistoncini, mentre dietro ci si affida completamente al freno motore.

Scaricando l’apposita App è possibile monitorare e agire su diverse impostazioni della moto, utilizzare la navigazione satellitare e accedere a diverse funzioni extra, come ad esempio l’avvio senza chiave (via NFC). La Novus One dispone di un piccolo display sul manubrio che fornisce le informazioni di base, ma anche di un’apposito slot per sovrapporvi il proprio smartphone e sfruttare a dovere il ben più ampio potenziale della App.

Il modello può sopportare un carico massimo di 125 kg, il che esclude la presenza di un passeggero. L’illuminazione è full-LED a entrambe le estremità, con il faro anteriore incastonato direttamente nel manubrio. Cinque le colorazioni: “Crystal White”, “Royal Blue”, “Magma Red”, “Horizon Silver”, “Sunpowder Gold”.

Inevitabilmente, tutta questa tecnologia ha un prezzo: la One è già disponibile per il pre-order sul sito web officiale Novus a partire da ben 29.990 Euro più imposte, il che dovrebbe fare oscillare il suo prezzo in Europa attorno ai 36.000 Euro a seconda della tassazione locale. Le prime consegne sono al momento previste per metà 2022.

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni dal mondo delle due ruote con le ultime indiscrezioni, le interviste dei dirigenti, le tendenze del mercato, i rumors, le novità dei saloni moto.

Tutto su Anticipazioni →