Kawasaki svela il prototipo di una moto sportiva ibrida

Il cammino di Kawasaki verso l’elettrificazione della gamma, parte dal prototipo della moto sportiva ibrida.

Kawasaki verso l’elettrificazione della gamma entro il 2035. La Casa giapponese ha già reso pubblico il piano futuro, che vede l’eliminazione graduale del motore termico, in favore di una alimentazione elettrica o a idrogeno.

Così, ecco svelato il prototipo di una moto sportiva ibrida. Soluzione che non farà molto felici i puristi e gli appassionati.

Fino ad ora, la combinazione del motore termico e di quello elettrico, non aveva riscosso grande successo nel mondo delle due ruote. Infatti, il risparmio di carburante che si registra sulle auto ibride, sarebbe irrisorio su un mezzo leggero come la moto. Inoltre, la batteria andrebbe solo ad appesantire la struttura.

Per ovviare al problema, Kawasaki ha ridotto sensibilmente le dimensioni del propulsore termico, per dare spazio ad uno elettrico. Il prototipo della Ninja ibrida, dunque, è spinto da un motore da 250 cc, o da 400 cc, in base alla versione, ma non è ancora chiaro se andrà a sostituire le odierne moto in listino, o sarà venduta come modello autonomo.

Alla propulsione ibrida, va ad aggiungersi un cambio semi-automatico, derivato da quello che la Casa di Akashi ha già utilizzato e sviluppato sul prototipo elettrico Endeavour. Il cambio, entrerebbe in funzione solo dopo l’attivazione del motore termico, quindi a velocità elevate.

Così facendo, Kawasaki renderebbe la moto sportiva “immunealle zone a zero emissioni, che stanno interessando sempre più città. Una volta fuori dalla zona restrittiva, la moto tornerebbe a funzionare in maniera tradizionale, ma sempre con cambio sequenziale. Sarà questo il futuro delle due ruote?

Fonte: visordown.com

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni dal mondo delle due ruote con le ultime indiscrezioni, le interviste dei dirigenti, le tendenze del mercato, i rumors, le novità dei saloni moto.

Tutto su Anticipazioni →