Ducati e VR46: c’è l’accordo ufficiale e il Principe sogna Rossi alla guida

La notizia era data, ormai, per certa, ma adesso c’è l’accordo ufficiale: Ducati e VR46 insieme in MotoGP. Ecco i dettagli.

Adesso, è ufficiale: l’Aramco Racing Team VR46 sarà il team satellite di Ducati nel 2022. La notizia era già stata annunciata, ma solamente in maniera ufficiosa.

La firma è avvenuta poche ore fa e prevede una partecipazione alla classe regina per 5 anni, mentre l’accordo con Ducati è di 3 anni. L’obiettivo di Valentino Rossi, già dalla nascita della VR46 Riders Academy, nel 2013, è quello di portare sul tetto del mondo i migliori talenti italiani.

Saranno due le Ducati in griglia, con la livrea dell’Aramco Racing Team VR46, con Pablo Nieto nel ruolo di Team Manager. Una Desmosedici sarà 2022, mentre la seconda moto sarà una 2021 e dovrebbero essere affidate, rispettivamente, a Luca Marini e Marco Bezzecchi. Sulla questione piloti, però, attendiamo ancora una notizia ufficiale.

Il sogno del Principe

I colleghi di Sky Sport MotoGP hanno riportato le parole del principe Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, capo della holding Tanal Entertainment Sport & Media, sponsor del team. Il Principe sogna di vedere il Dottore in sella ad una delle due Desmosedici:

“Sarebbe fantastico vedere Rossi competere nei prossimi anni come pilota del nostro Aramco Racing Team VR46 insieme a suo fratello Luca Marini”

E proprio in risposta al Principe, Valentino Rossi ha fatto sapere che sarà difficile che possa correre nel team nel 2022.

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →