Aruba Ducati presenta i team SBK e WSS 2022

Il team ufficiale di Borgo Panigale nei Mondiali Superbike e Supersport ha svelato le nuove livree delle sue moto insieme ai piani sportivi per il 2022.

A poco meno di un mese dal primo round del calendario iridato 2022 – previsto per il weekend dell’8-10 Aprile al Motorland Aragon –  Aruba.it Racing – Ducati ha presentato ufficialmente i due team factory che avranno l’onore e l’onere di rappresentare il costruttore bolognese nei Mondiali Superbike e Supersport.

Nella “classe regina”, la grande novità è rappresentata dal “ritorno all’ovile” del 37enne spagnolo Alvaro Bautista, reduce da un biennio piuttosto deludente con HRC e certamente desideroso di ritornare a lottare per il titolo come fece nel 2019, quando da rookie conquistò 16 vittorie, di cui 11 consecutive ad inizio stagione, in sella a Panigale V4R, prima di perdere clamorosamente il titolo per mano di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team).

Al suo fianco ci sarà il 26enne italiano Michael Ruben Rinaldi, confermato dal team dopo un 2021 altalenante ed ora fermamente intenzionato a far fruttare l’anno di esperienza accumulata nella sua prima stagione da pilota ufficiale (nel quale ha comunque incamerato 3 vittorie, di cui 2 a Misano). In organico ci sarà anche il gallese Chaz Davies, fresco di ritiro e pronto a dar man forte in qualità di Coach per i piloti.

Altra grande novità per il team è certamente rappresentata dall’imminente approdo nel Mondiale Supersport, dove gareggerà con il nome di Aruba.it Racing WSSP e schiererà una moto e un pilota a loro volta debuttanti nella categoria: l’agguerrita Ducati Panigale V2 ed il 22enne emiliano Nicolò Bulega, sicuramente a caccia di riscatto dopo gli anni spesi nelle classi minori del Motomondiale.

Bautista: “Sensazioni state subito positive con la Panigale V4R”

L’esperto Alvaro Bautista Arce è ben consapevole del fatto che Ducati l’ha “ripreso” per lottare per il titolo della SBK, un obiettivo solo sfiorato nella sua prima stagione tra le “derivate dalla serie” ma a cui il team non è riuscito più di avvicinare nei due anni con l’inglese Scott Redding. L’asso valenciano è comunque fiducioso sulle sue chances:

“Sono molto contento di tornare in questa fantastica squadra, con Aruba.it e Ducati. La considero una vera e propria famiglia e ritrovare praticamente tutto il team con cui ho lavorato nel 2019 rappresenta per me un fattore molto importante. Le sensazioni con la Panigale V4R sono state subito molto positive: penso che la moto sia ancor più equilibrata di quella che ho lasciato.”

“Con una squadra ed una Ducati così performante, ovviamente l’obiettivo è di competere per il titolo. Ho più esperienza, conosco meglio le gomme ed il format della competizione ma sarà comunque importante imparare anche dagli errori di tre anni fa. Sono molto carico dopo i test invernali e non vedo l’ora di scendere in pista ad Aragon.”

Rinaldi: “Da questa stagione potrebbe dipendere la mia carriera”

La stagione 2022 sarà cruciale anche per il romagnolo Michael Ruben Rinaldi, pilota che ha dato più volte dimostrazione del suo grande talento ma che è ora chiamato a trovare quella continuità di risultati necessaria per fare il vero “salto di qualità”. Il suo sellino è ovviamente tra i più ambiti del paddock e per tenerselo occorreranno i risultati:

“Il campionato 2022 sta per cominciare: sarà la mia seconda stagione nella squadra ufficiale anche se ormai da molti anni faccio parte della famiglia Aruba.it. Per questo è arrivato il momento di raccogliere i frutti che abbiamo seminato finora. Non sarà facile, perché la concorrenza è ampia, ma questi anni insieme credo che possano essere una solida base per creare qualcosa di buono.”

“Sarà un campionato molto importante sia per me che per la squadra e da questa stagione potrebbe anche dipendere anche la mia carriera futura. Darò senz’altro il massimo e con l’aiuto del team sono certo che potremo ottenere risultati importanti. Sono molto contento e voglio ringraziare Aruba.it, Ducati e tutti gli sponsor che mi hanno permesso di poter affrontare questa affascinante sfida.”

Bulega abbraccia Ducati: “Molto motivato per questa avventura”

Arrivato nel Mondiale Moto3 nel 2016 con i gradi di Campione del Mondo Junior, cosa che lo aveva caricato subito di grandi pressioni, Nicolò Bulega non è mai riuscito ad esprimere pienamente il suo talento nelle 6 stagioni trascorse nelle classi minori del Motomondiale.

Il suo “bottino”, alla fine, consiste solo in un paio di podi conquistati nella prima stagione in Moto3, una statistica indubbiamente troppo magra che può solo incrementare la sua voglia di rivalsa su una moto tutta da scoprire come la Panigale V2 (clicca qui per il nostro test in pista a Jerez de La Frontera):

“Sono molto motivato per questa nuova avventura. E’ per me una bella opportunità e sento di avere tutte le carte in regola per poter fare bene. I test sono stati molto positivi, mi sono trovato a mio agio sia con la Panigale V2 che con il team, cosa a cui do molta importanza. Sarà senz’altro una stagione impegnativa e per questo motivo dobbiamo unire le forse per cercare di ottenere il massimo da ogni singola gara.”

 

Stefano Cecconi: “Affrontiamo il 2022 con grandi ambizioni e profonda determinazione”

Stefano Cecconi, Team Principal della squadra nonché Amministratore Delegato di Aruba S.p.A., è certamente deciso a togliersi qualche bella soddisfazione nella stagione che sta per iniziare. Dopo anni di tentativi, il team ufficiale Ducati – che ha in lui il vero “fulcro” – è chiamato ancora una volta a rinverdire i fasti della casa di Borgo Panigale in Superbike, sfida innegabilmente difficile ma tutt’altro che impossibile:

“Affrontiamo la stagione 2022 di WorldSBK con grandi ambizioni e profonda determinazione. L’obiettivo del nostro team è quello di compiere sempre un passo in avanti, anno dopo anno, in termini di prestazioni e risultati. Per questo ci sentiamo orgogliosi di rappresentare Ducati nel Campionato del Mondo Superbike, percependo su ogni circuito la presenza e la passione del popolo Ducatista.”

“Abbiamo puntato sul ritorno di Alvaro Bautista insieme al qualche vogliamo fare una stagione ancor più entusiasmante rispetto a quella 2019 che ci ha regalato comunque grandi soddisfazioni. Crediamo fortemente in Michael Rinaldi che dopo un percorso di costante crescita, reputiamo pronto a compiere quel decisivo passo in avanti. Inoltre, come Aruba.it Racing, saremo protagonisti di una nuova avventura con Nicolò Bulega e la Ducati Panigale V2 nel Campionato del Mondo SuperSport. Un’altra sfida affascinante che sottolinea il nostro crescente impegno. Vorrei rivolgere un grande in bocca al lupo ai piloti e a tutti i componenti dei nostri team il cui senso di appartenenza ci rende fieri e ci spinge a dare ogni anno sempre di più.”

Aruba Ducati Team 2022 | Video Presentazione

 

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →