La Germania taglia l'IVA e scende il prezzo delle moto

In Germania si lavora ad un piano da 130 miliardi di euro che includerà, oltre agli incentivi per l'acquisto di auto a basse emissioni e al sostegno per le famiglie, anche la riduzione dell'aliquota IVA: dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, si passa dal 19 al 16%

Tedeschi soliti visionari: la cancelliera Angela Merkel sta lavorando ad un nuovo piano per rimettere in piedi l'economia del Paese, colpito dalla pandemia, ma in maniera più leggera, rispetto all'Italia.

In Germania si lavora ad un piano da 130 miliardi di euro che includerà, oltre agli incentivi per l'acquisto di auto a basse emissioni e al sostegno per le famiglie, anche la riduzione dell'aliquota IVA: dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, si passa dal 19 al 16%, mentre si parla di una riduzione dal 7 al 5% per l'IVA ridotta. Bene. Cosa c'entra Motoblog con la riduzione dell'IVA in Germania?

Semplice. Anche le moto rientrano fra le categorie che usufruiscono di questa riduzione: di conseguenza, l'aliquota imposta su una due ruote sarà del 16%. Certo, non parliamo di riduzioni esagerate, ma quel 3% in meno, sulle grosse cifre, può fare comodo. A questo proposito, BMW, Ducati, KTM e Triumph hanno già riadattato il proprio listino prezzi, in funzione della diminuzione prevista. Saranno seguiti da altri brand.

E in Italia? Niente di nuovo, anche se il premier Giuseppe Conte ha già anticipato che si sta lavorando al taglio dell'IVA, destinato, però, solamente a settori specifici: non ci resta che sperare.

  • shares
  • Mail