MotoGP, Ducati: Paolo Ciabatti fiducioso sul rinnovo di Dovizioso

Con l'arrivo di Jack Miller nel team ufficiale, il pilota a saltare sarà, molto probabilmente, Danilo Petrucci. E allora, serve un nuovo contratto per Dovizioso: Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati Corse, appare fiducioso

MotoGP, Ducati corre con le … dichiarazioni. Cui prodest?

La stagione 2020 della MotoGP non è mai partita, ma il mercato piloti guarda già alla stagione che verrà. Proprio ieri Ducati ha annunciato l'accordo con Jack Miller, il 25enne australiano che fino al 2022 sarà nel team ufficiale, lasciando il team satellite Pramac.

Quindi, nel team ufficiale Ducati, al momento, ci sono tre piloti per due moto. Quasi certamente Miller andrà a sostituire Danilo Petrucci: il ternano non ha avuto vita facile negli ultimi tempi in sella alla Desmosedici e il suo futuro è parecchio dubbio, sospeso fra l'Aprilia e il Mondiale Superbike.

Giorni fa, delle voci parlavano anche di una possibile rottura fra Andrea Dovizioso e il team Ducati, a causa di difficoltà riscontrate sull'accordo economico tra le due parti. Su questa base, per Dovi avevamo ipotizzato un futuro fra Aprilia, KTM e Motocross. A questo proposito è intervenuto Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, ai microfoni di Sky Sport:

"Si sta allenando come uno che vuole lottare per il Mondiale. Sono ottimista per il rinnovo. Nel 2021 la squadra che abbiamo in testa è Dovizioso-Miller e ci sono tutte le condizioni perché questo possa avvenire"

Capiamo, dunque, che la volontà di rinnovare il contratto, da entrambe le parti, non manca. Nel frattempo, Ducati sta trattando il nuovo accordo con il manager di Dovizioso e, se la trattativa dovesse andare in porto, Dovi e la Ducati raggiungerebbero dieci anni di collaborazione continuativi.

E poi, ricordiamoci che Dovizioso è stato l'unico pilota capace di dare filo da torcere al marziano di HRC, Marc Marquez, per cui, difficilmente la casa di Borgo Panigale mollerà la presa sul forlivese.

  • shares
  • Mail